/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2021, 08:01

Cuneo, approvata variante al bilancio: "Con i soldi dell'ultimo periodo, si poteva cambiare volto alla città"

A esprimere i propri dubbi in merito al cospicuo elenco d'interventi che andranno finanziati con una parte dell'avanzo di amministrazione - appurato che possa essere messo "a spesa" - , Lauria e Sturlese: "Si fatica a trovare un senso all'insieme delle varianti approvate"

Foto generica

Foto generica

Sarebbe quasi magico riuscire all’inizio dell’anno a realizzare una programmazione unica e ben definita. Tutti i settori comunali hanno lavorato pancia a terra nel corso degli ultimi mesi, compresa la Ragioneria, che ha messo a disposizione il bilancio: l’anno scorso ha visto moltissime variazioni proprio per questo”.

A parlare così è il vicesindaco della città di Cuneo, Patrizia Manassero, che nel corso del consiglio comunale tenutosi ieri sera (lunedì 24 maggio) ha presentato al consesso la verifica degli equilibri di bilancio previsionale 2021-2023 e una specifica, nuova, variazione di bilancio.

Le due delibere sono collegate – ha spiegato Manassero - ; come già abbiamo fatto l’anno scorso, in un momento di difficoltà pur contestuale alla solidità che il nostro Comune è riuscito a mantenere grazie ai trasferimenti legati al periodo pandemico, accompagniamo una variazione di bilancio importante come questa con una verifica degli equilibri di bilancio”.

Il risultato positivo è una fotografia che la vicesindaco non può non considerare benaugurante, in quanto chiarisce la possibilità di mettere l’avanzo di amministrazione “a spesa” senza doverlo destinare all’equilibrio del bilancio stesso. La variazione si propone quindi di coprire diversi interventi tra cui spiccano progetti specifici, le spese di manutenzione di scuole ed edifici pubblici e la manutenzione del verde.

Le variazioni correggono il tiro della programmazione oppure sfruttano fondi che prima non c’erano – ha ancora aggiunto Manassero - . Molte delle misure elencate nascono proprio dalle discussioni realizzate in consiglio comunale e nelle varie commissioni”.

Una relazione interessante, si vede che c’è uno sforzo nell’intervenire in varie direzioni, ma si capisce anche poco come il consiglio comunale possa esprimersi in merito ai tanti interventi elencati – ha sottolineato Ugo Sturlese - . Si vuole lavorare con risorse specifiche in modi anche utili ma faccio fatica a riconoscere la logica generale che regola le variazioni di bilancio”.

Prendiamo atto dell’ennesima variazione – ha sottolineato "Beppe" Lauria, parzialmente insoddisfatto come il collega dei Beni Comuni - . Quel che contesto non sono le destinazioni del denaro ma le tempistiche: alcuni degli interventi presentati avrebbero dovuto essere stati fatti prima, per accompagnare alcune prese di posizione assunte dall’amministrazione comunale. Credo che la costruzione stessa del bilancio produca varianti in corso d’opera, che poi danno la cifra politica dell’amministrazione che le persegue e, a Cuneo, non sempre a enunciazione politica sono seguite delle concretizzazioni”.

Interessante è anche guardare all’insieme delle varianti, perché alcune sono conseguenti, ma altre invece completamente scollegate l’una dall’altra – conclude il consigliere - . Insomma, non riuscite a farci sognare e oggi è di questo che abbiamo voglia e, anche, bisogno. In questo ultimo periodo sulla città sono piovuti talmente tanti soldi che, francamente, ci si può immaginare che un’amministrazione diversa avrebbe cambiato radicalmente volto alla città”.

Le delibere sono state approvate dal consiglio comunale.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium