/ Cronaca

Cronaca | 26 maggio 2021, 10:24

Litigano per un caricatore del telefono e sfondano la vetrina dell'Anmic a Cuneo

E' successo questa mattina, mercoledì 26 maggio, in via Silvio Pellico. Sul posto la Polizia e l'emergenza sanitaria. Nessuno si è fatto male, ma poteva finire peggio. Un residente: "Questa zona è ormai invivibile"

Sfondata la vetrina dell'A.N.M.I.C. in via Silvio Pellico a Cuneo

Sfondata la vetrina dell'A.N.M.I.C. in via Silvio Pellico a Cuneo

Ha sfondato la vetrina dell'A.N.M.I.C. a seguito di una lite. È quanto successo questa mattina, mercoledì 26 maggio intorno alle 10, in via Silvio Pellico a Cuneo.

Sul posto le volanti della Polizia di Stato e un'ambulanza dell'emergenza sanitaria.

Secondo le informazioni in nostro possesso, due persone provenienti dalla stazione stavano discutendo e gridando per futili motivi (pare per un caricatore del telefono). Si sono spintonati e uno dei due ha sfondato la vetrina dell'Anmic, l'associazione nazionale mutilati invalidi civili.

Nessuno si è fatto male, ma poteva finire peggio. Alessandra Platone, presidente per la provincia di Cuneo dell'Anmic: “Ero in un ufficio dietro, quando ho sentito un grande fragore. Fortunatamente non c'era nessuno seduto sulla poltroncina verso la vetrina. Si sarebbe fatto molto male”.

Una zona, quella nei pressi della stazione ferroviaria, nell'occhio del ciclone per il degrado e la sicurezza. Lo conferma un residente di corso Giolitti: “E' ormai diventata invivibile. C'è l'ordinanza di divieto di vendita alcolici, ma qui bevono a tutte le ore”. 

Per l'uomo che ha causato il danno alla vetrina, scaraventandone un altro contro, probabilmente scatterà la denuncia per danneggiamento, come confermato dal dirigente delle Volanti Luigi Chilla.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium