/ Politica

Politica | 03 giugno 2021, 11:45

I Radicali Cuneo festeggiano il primo anno di attività

Blengino: "Oggi sono ancora molti i diritti da conquistare e serve una buona politica che metta al primo posto i giovani, l’ambiente, l’Europa, lo sviluppo sostenibile e la partecipazione diretta"

Filippo Blengino

Filippo Blengino

Sono passati esattamente 365 giorni dalla rinascita dell'Associazione Radicali Cuneo, trasformatasi poi in Associazione Radicali Cuneo – Gianfranco Donadei.

Un anno di battaglie, sit-in , dibattiti, ricorsi, raccolte firme. Traguardi di alto livello, portati avanti dal giovane Segretario Filippo Blengino, che con il suo carisma, la sua dialettica e le sue grandi conoscenze, ha traghettato tutti gli associati nei numerosi avvenimenti degli ultimi dodici mesi. Con lui, tutta la direzione, che si è prodigata a dare il meglio per portare avanti quegli ideali, che da sempre contraddistinguono il movimento radicale.

Ora, dopo questo periodo di rodaggio, Blengino tira le fila: "In un anno abbiamo portato, all’attenzione della politica cuneese, moltissimi temi. L’abbiamo fatto con il metodo radicale della nonviolenza, della perseveranza e della provocazione. Non di rado le persone, soprattutto su singoli temi, non sono d’accordo con noi, però io credo che sia, oggi più che mai, necessaria la presenza radicale, soprattutto dopo un così lungo periodo di isolamento. Oggi sono ancora molti i diritti da conquistare e serve una buona politica che metta al primo posto i giovani, l’ambiente, l’Europa, lo sviluppo sostenibile e la partecipazione diretta. Si può decidere di sostenere grandi partiti, associazioni o organizzazioni… e si può decidere di sostenere noi, uno sparuto gruppo che combatte per i diritti di tutti, senza preconcetti e, in proporzione alle forze, con enormi risultati. Siamo l’unico gruppo politico cuneese ad essere nato lontano da elezioni e senza obiettivo elettorale, ma animati da voglia di fare Politica per strada, nelle piazze, tra la gente e lontani dai palazzi di potere. Non so se ci saremo alle prossime amministrative, vedremo le forze che avremo. Continueremo però a fare battaglie di civiltà, a partire da quella per l’Eutanasia su cui raccoglieremo firme da luglio per un referendum".

Per festeggiare questo primo ‘anniversario’ l’Associazione pubblicherà sui suoi canali social, un breve video riepilogativo, di tutti gli avvenimenti affrontati e nella serata del 17 di giugno si terrà il RadicalApe, un aperitivo un po' ‘diverso’ dove gli associati potranno rivedersi dal vivo, dopo un lungo anno di riunioni on-line. La serata del 17 sarà aperta a tutti e sarà anche possibile tesserarsi per diventare parte attiva dell’Associazione Radicali Cuneo, nei prossimi giorni seguiranno i dettagli per luogo e orario.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium