/ Eventi

Eventi | 15 giugno 2021, 08:45

La chef cuneese Clelia Vivalda ospite della festa dedicata alla Lavanda che si terrà nelle Marche

La chef del ristorante Arte e Querce di Monchiero sarà protagonista di uno show cooking in cui preparerà un piatto con la Lavanda

Clelia Vivalda

Clelia Vivalda

Nel week end del 26 e 27 torna il consueto appuntamento con “Lavandaso, la festa della lavanda della Valdaso”, un evento giunto alla sua IX° edizione e che si svolgerà presso il comune di Monte Vidon Combatte in provincia di Fermo.

La manifestazione è organizzata daI Comune di Monte Vidon Combatte con la locale Pro Loco, l'Agritur-Aso e altre associazioni impegnate sui temi ambientali e del turismo responsabile.

Nel corso delle due giornate sono previsti convegni, presentazione di libri, momenti di festa, show cooking, laboratori di cucina per adulti, un contest di cucina con piatti preparati con la lavanda, musica e serate a lume di candela ed un mercatino di prodotti locali e artigianali.

Il coordinamento del programma è affidato a Roberto Ferretti, instancabile animatore culturale della Valdaso. La festa richiama ogni anno moltissimi turisti, anche perché rappresenta l’occasione per scoprire un territorio molto bello e affascinante, la  Valdaso, conosciuta anche con il nome di "Il giardino delle Marche". 

Qui si alternano 23 splendidi borghi antichi sulle sommità delle colline che dominano la vallata. I borghi, ricchi di arte e di storia, sono quasi tutti insigniti da marchi di qualità: alcuni fanno parte della rete dei Borghi più belli d'Italia, altri dell'Associazione dei Borghi Autentici, altri ancora sono insigniti della Bandiera Arancione.

L'enogastronomia della Valdaso è famosa, oltre che per la frutta e la verdura, per la pasta: famosi sono i "Maccaroncini di Campofilone. Tra i vini i più tipici sono: il Rosso Piceno, il Pecorino e la Passerina. È rinomata anche per i suoi salumi artigianali il più famoso dei quali è il "Ciauscolo".

Il tema guida anche di questa edizione sarà l’agricoltura di qualità e l’ospitalità basata sul modello del turismo relazionale legato alle tradizioni culinarie e culturali del territorio.

Nell’ottica di creare scambi e gemellaggi turistico-culturali con comunità italiane e straniere è previsto quest’anno il coinvolgimento della comunità di Cologna Veneta e della Comunità della Zucca di Rocchetta di Cengio in provincia di Savona e dei produttori del Ponente ligure.

L’obiettivo è quello di favorire il turismo sostenibile ed esperienziale, incentivando una economia circolare e rispettosa dell’ambiente con protagonisti piccoli imprenditori, artigiani e contadini, innamorati della propria terra.

Questo il dettaglio del programma della IX edizione di Lavandaso

Sabato 26 Giugno

Ore 10.00 Inizio manifestazione. “Il conto della vergara”, mercato al borgo Antico; apertura stand espositori di lavanda ed altri produttori agricoli e artigianali. Presso “la Bottaia”, inaugurazione mostra fotografica “Piccolo mondo piceno”, mostra a cura di Adriana Braga, presidente di Sibilla arte

Ore 11.00, piazzetta del Castello: Tai Chi con Lilly Cannella

Ore 12.00, piazzetta del Castello: Il Veneto di Marisa Saggiotto ed Enrica Claudia de Fanti: immagini, racconti e profumi di Cologna Veneta, patria del mandorlato, e delle Grandi Valli Veronesi tra l’Adige e il Po. Show cooking di risotto con vialone nano alla lavanda.

Ore 16.30, campo da Tennis storico: Convegno dal titolo Transizione ecologica e governance della Valdaso. Affronterà i seguenti temi: 1) Agricoltura ecosostenibile e biodiversità, 2) Alimentazione salutare e riduzione degli sprechi, 3) Gestione dei rifiuti ed energie rinnovabili, 4) Ospitalità turistica rurale ed imprenditorialità sociale, 5) Per una nuova governance partecipativa del territorio della Valdaso.

Ore 19.30, campo da Tennis storico: Concerto Tra Sacro e Profano di Daniele Di Bonaventura solo Bandoneon

Domenica 27 giugno

Ore 9.00 Apertura mercato

Ore 11.00 parco Rimembranza: “zitto quando parli!” spettacolo con Il ventriloquo 2.0:

Ore 12.00, piazzetta del castello: gli amici della Liguria di Ponente ci racconteranno la Val Bormida, una valle alpino-appenninica, in provincia di Savona, e ci guideranno nella conoscenza dei suoi straordinari prodotti, come la zucca di Rocchetta e il moco di Cengio e salumi, formaggi, vini e tante altre prelibatezze, selezionate dalla CNA di Imperia; Show cooking della chef Clelia Vivalda che preparerà un piatto con la Lavanda

Ore 15.00, parco Rimembranza: Giochiamo insieme con il Ludobus Legnagiocando

Ore 17.00, parco Rimembranza: Spettacolo con Nicola Pesaresi Il ventriloquo 2.0

Ore 17.00, Villa della “Palombara”

Conversazione con Bruno Gambarotta (scrittore, giornalista, conduttore televisivo e radiofonico e attore) e presentazione del libro ”La confraternita dell’Asino”. Presenta il giornalista Claudio Porchia.

Ore 19.00, Piazzetta del Castello: Concorso La Lavanda in tavola aperto a tutti. Presentazione dei piatti e premiazione dei vincitori      

La giuria è presieduta da Bruno Gambarotta, Componenti: Gaetano Massucci (Sindaco di Monte Vidon Combatte), Roberto Ferretti (ideatore di Lavandaso), Giuseppe Nuciari, (Co-organizzatore di Lavandaso), Clelia Marcelli (Nutrizionista) e altri. Coordina il giornalista Claudio Porchia. Ai primi tre classificati verranno consegnati come premio dei cestini con prodotti tipici del territorio.

Ore 21.00, Villa della “Palombara”: “Concerto A Lume di Candela e profumo di Lavanda” con la Serafino Ensemble. Dante Milozzi (Primo Flauto dell’Orchestra Sinfonica della Rai), Andrea Cellacchi (Primo Fagotto dell’Orchestra Sinfonica della Rai) Arianna Luzzani (Violino dell’Orchestra Sinfonica della Rai). Musiche di: Bach, Haydn, Paganini e Mercadante

Ni.Ber.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium