/ Attualità

Attualità | 18 giugno 2021, 12:31

Borgo San Dalmazzo, nessun veleno nelle esche rinvenute a maggio in via Tevere e via Fratelli Giraudo

L'esito delle analisi è giunto ieri in comune. Il sindaco Beretta invita comunque i proprietari dei cani a condurli al guinzaglio: “Per garantire la sicurezza degli animali domestici evitando che gli stessi, allontanandosi dai detentori, possano ingerire sostanze potenzialmente pericolose e/o creare pericolo per l’incolumità dell’animale e alla circolazione stradale”

I barattoli di ragù rinvenuti in via Tevere e via Fratelli Giraudo a Borgo San Dalmazzo non contenevano veleno per animali

I barattoli di ragù rinvenuti in via Tevere e via Fratelli Giraudo a Borgo San Dalmazzo non contenevano veleno per animali

 

Il 17 maggio erano giunte segnalazioni al sindaco e alla polizia municipale di Borgo San Dalmazzo della presenza di presunte “esche avvelenate” destinate agli animali domestici e posizionate in via Tevere e via Fratelli Giraudo.

Si trattava di un bicchiere e tre barattoli di ragù aperti, rinvenuti da una signora a spasso con il suo cane. Due barattoli erano ben nascosti nell'erba, sotto il marciapiede vicino ad un cartello stradale. Gli altri due invece erano occultati vicino ai bidoni dell'umido, all'angolo con via Fratelli Giraudo.

La polizia municipale è tempestivamente intervenuta rimuovendo i bocconi abbandonati e consegnandoli alla ASL competente per accertamenti, segnalando il potenziale pericolo avvisi informativi nelle aree dei rinvenimenti.

Nello stesso periodo si registrava il malore accusato da parte di un cane allevato in zona, che veniva prontamente accompagnato dal medico veterinario per gli accertamenti del caso. La sua proprietaria, allarmata dalle segnalazioni e dai messaggi diffusi sui social e sui mezzi di stampa, aveva rinvenuto un boccone anomalo nel proprio giardino privato, attivandosi prontamente per la salute del proprio animale. Il veterinario, valutati i sintomi trasmetteva all’Istituto Zooprofilattico di Cuneo i campioni biologici raccolti dall’animale per le analisi finalizzate ad accertare le caratteristiche di quanto ingerito dall’animale.

Ieri pomeriggio, giovedì 17 giugno, è pervenuto al comune di Borgo San Dalmazzo l’esito delle analisi effettuate: tutti gli accertamenti hanno dato esito negativo non rilevando alcuna presenza di sostanze atte a causare avvelenamento o malori agli animali domestici.

Il sindaco Gian Paolo Beretta, nel tranquillizzare i propri concittadini, invita tutti i proprietari di cani a condurli sempre al guinzaglio durante le passeggiate all’interno del centro abitato e nei parchi pubblici, fatta eccezione per le aree di sgambamento appositamente dedicate agli animali: “Questa accortezza è finalizzata a garantire la sicurezza degli animali domestici evitando che gli stessi, allontanandosi dai detentori, possano ingerire sostanze potenzialmente pericolose e/o creare pericolo per l’incolumità dell’animale e alla circolazione stradale divenendo potenziale causa di incidenti”.

crm

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium