/ Attualità

Attualità | 18 giugno 2021, 19:13

Il Generale Figliuolo sarà cittadino onorario di Saluzzo

Ok alla proposta del comitato Artiglieri “Aosta” e dell’associazione Officina delle idee. Il comune ha avviato l’iter. Il Generale ha accettato la cittadinanza. Non ancora stabilita la data della cerimonia

Il generale Francesco Figliuolo, il profilo di Saluzzo, la facciata della ex Caserma Musso, Giovanni Damiano e Giacomo Verda

Il generale Francesco Figliuolo, il profilo di Saluzzo, la facciata della ex Caserma Musso, Giovanni Damiano e Giacomo Verda

Proposta accettata. Il generale Francesco Paolo Figliuolo, da alcuni mesi Commissario  generale  per l'emergenza covid 19 sarà cittadino onorario di Saluzzo.

La notizi arriva dall’Amministrazione saluzzese che aveva ricevuto il suggerimento dal comitato «Artiglieri gruppo Aosta» presieduto dal generale Giacomo Verda e da Giovanni Damiano  presidente dell’associazione «Officina delle idee per l’ospedale di Saluzzo».

Il sindaco Mauro Calderoni ha perfezionato e inoltrato l’istanza ai referenti del Generale d’Armata Figliuolo, nome imponente del mondo militare.  “La risposta è arrivata in meno di una settimana – informano dal Comune- Il capo di gabinetto della struttura commissariale, il colonnello Gabriele Cosimo Garau, ha inviato una lettera al primo cittadino in cui  ringrazia vivamente  Saluzzo per l’iniziativa e  comunica l’accettazione da parte del generale. Ancora da fissare, in accordo con i responsabili del Cerimoniale di Figliuolo, quando e come avverrà la cerimonia ufficiale di conferimento".

Gli artefici della proposta Verda e Damiano hanno ipotizzato il conferimento domenica 3 ottobre, in occasione del 25° raduno del Gruppo Aosta in città, per i legami con la città di Figliuolo, originario di Potenza,  che dopo la scuola di applicazione militare a Torino, nel 1985  ha iniziato la sua carriere come tenente proprio a Saluzzo, nella caserma «Musso»,  nel gruppo artiglieri da montagna Aosta.

In seguito, ha diretto anche l’insediamento dell’Esercito di Fossano e comandato la Brigata taurinense.

La giunta comunale nella prossima seduta approverà l'apposita delibera per avviare  l'iter verso il conferimento. "Abbiamo avviato i contatti con lo staff di Figliuolo – dice il primo cittadino Calderoni – e siamo felici che possa tornare a vistare la nostra città, che ben conosce, per incontrarci e per festeggiare con lui, in modo ufficiale, il suo legame con Saluzzo e, speriamo, il proseguimento senza intoppi e con ottimi risultati della campagna vaccinale anti-Covid che il generale è riuscito ad organizzare e portare avanti nelle fasi più delicate e fino ad oggi. Sarà un altra giornata importante e da ricordare per Saluzzo e per tutte le Terre del Monviso".

Giovanni Damiano ”Una  bella notizia per la  città e la Sanità locale. Speriamo di accoglierlo al più presto a Saluzzo, dove la nostra proposta ha ricevuto grandi segnali di condivisione da parte di cittadini e operatori sanitari”.

Prima della nomina da parte del Governo Draghi, risalente al primo marzo, il generale  Figliuolo era dal 2018 il comandante logistico dell’Esercito. In precedenza è stato anche Capo ufficio generale del Capo di Stato maggiore della Difesa, comandante delle Forze armate in Kosovo, comandante del contingente nazionale in Afghanistan.  

 

vilma brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium