/ Cronaca

Cronaca | 19 giugno 2021, 20:03

Cuneo, in nove su una jeep cercavano di raggiungere la Francia: in manette due "passeur"

Si tratta di due uomini, pizzicati giovedì 15 giugno da polizia e polizia locale; uno dei due, davanti alla polizia, si è dato alla fuga gettandosi nel fiume dalla zona dello stabilimento ACDA

Foto generica

Foto generica

Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale: sono queste le accuse che dovranno affrontare i due soggetti arrestati dalla polizia di Cuneo nella serata di giovedì 15 giugno.

Entrambi senza fissa dimora e clandestini, sono R.S. (di nazionalità indiana) e F. Y. (di nazionalità pakistana).

I fatti hanno visto, inizialmente, il solo coinvolgimento della Polizia Locale del capoluogo che verso le 18 di giovedì ha notato - nella zona della stazione ferroviaria - una jeep con sopra nove soggetti. Ha iniziato così a seguirla per le strade della città, notando come questa accelerasse progressivamente: è nato così un brevissimo inseguimento, durante il quale la pattuglia ha chiesto l'intervento delle altre forze dell'ordine.

L'inseguimento è terminato quando la jeep si è diretta verso la zona del depuratore ACDA, sfondando una sbarra e fermando la propria corsa nel cortile dello stabilimento. Immediatamente, otto dei nove occupanti sono stati fermati: il conducente, con le chiavi del mezzo in mano, si è gettato nel fiume e si è dato alla fuga. E' stato poi rintracciato in zona circa un'ora dopo, e prelevato.

I due soggetti denunciati - tra cui proprio il conducente fuggitivo - erano assieme ad altri sette pakistani senza documenti che, dopo essere entrati in territorio italiano dalla Bosnia e aver attraversato Trieste e Milano, hanno cercato un modo per raggiungere la Francia.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium