/ Attualità

Attualità | 20 giugno 2021, 18:20

A Ceva svelato il giardino botanico del futuro Museo del Fungo (FOTO E VIDEO)

I giardino e il frutteto, recuperati grazie al Gruppo Micologico, inaugurati questa mattina, sono stati dedicati alla memoria di Frate Francesco Maria Bono

A Ceva svelato il giardino botanico del futuro Museo del Fungo (FOTO E VIDEO)

Ceva ha compiuto il primo passo verso la realizzazione del museo del fungo che sorgerà nei locali dell'ex convento dei Padri Cappuccini, dismesso nel 2012. 

Un progetto importante che ha visto in campo il Gruppo Micologico Cebano "Rebaudengo-Peyronel" di concerto con l'amministrazione comunale e con la piena disponibilità della Provincia, della Regione Piemonte dei Padri Cappuccini.

"Oggi è un giorno importante per il gruppo micologico e per la città" - ha spiegato il presidente del Gruppo Micologico Cebano Giorgio Raviolo "l'inaugurazione del giardino con il frutteto e l'intitolazione a frate Francesco Maria Bono (amato anche come il frate-eremita dell’Alpe Giovanni XXIII di Limonetto), nel decennale della sua scomparsa, segna un primo importante passo verso quello che sarà il museo del fungo. L'allestimento verrà ospitato in una parte dell'ex convento dei frati cappuccini, verranno allestite una serie di sale dedicate al fungo e alla storia del gruppo micologico con esposizione di materiale scientifico e fotografico che è stato realizzato e raccolto nel corso degli anni". 

I volontari del gruppo micologico negli scorsi mesi si sono occupati della piantumazione delle essenze, della potatura degli alberi e del recupero del frutteto, lo stesso di cui per decenni si prese cura frate Francesco Maria Bono, cui oggi è stato intitolato il giardino e cui sarà dedicato il futuro museo dove si potranno osservare funghi, essicata, liofilizzati, tavole micologiche, accompagnati da opportune tavole micologiche ed esplicative, ma c'è molto di più: ci sarà spazio per organizzare attività con le scuole e una parte dedicata all'enogastronomia. 

"All'interno ci sarà modo di conoscere il mondo del fungo sia per gli specialisti che per gli appassionati, si potranno anche scoprire alcune interessanti ricette a tema,  Inoltre i visitatori potranno provare anche l'esperienza immersiva che li trasporterà in un bosco, facendo sentire i profumi e i suoni". 

"Questo luogo è un grande patrimonio" - ha commentato il sindaco Vincenzo Bezzone - "E' bello vedere che il giardino è tornato alla sua precedente destinazione d'uso e sapere che qui nascerà il museo e questo spazio sarà di nuovo a disposizione di tutto è un ottimo segnale di ripartenza".

L'inaugurazione del giardino botanico, nel pieno rispetto delle norme anti covid, si è svolta nel cortile del convento dei Frati Cappuccini, alla presenza dell'amministrazione comunale di Ceva, di una delegazione di Carabinieri di Ceva, Carabinieri in congedo, il gruppo Alpini, gli AIB e i volontari delle associazioni di volontariato locale, i sindaci dei comuni limitrofi, i rappresentati delle Fondazioni CRC e CRT che sostengono il progetto, del GAL Mongioie, i nipoti di Frate Francesco Maria Bono e il vice presidente del consiglio regionale Franco Graglia.

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium