/ Attualità

Attualità | 22 giugno 2021, 09:40

Partito da Alba il Giro del Volontariato della Croce Rossa Italiana [FOTO E VIDEO]

La "Torino-Solferino" 2021 porterà il messaggio solidale della Cri in otto regioni italiane. Sabato l’arrivo, nel luogo teatro della battaglia che ispirò la nascita dell’organizzazione internazionale del soccorso

La presentazione dell'iniziativa, avvenuta ieri nel municipio albese (foto di Barbara Guazzone, Asia Barolo e Cristina Massucco)

La presentazione dell'iniziativa, avvenuta ieri nel municipio albese (foto di Barbara Guazzone, Asia Barolo e Cristina Massucco)

E' partita in questi minuti dalla sede del Comitato Croce Rossa di Alba, alla volta di Genova, tappa di arrivo della prima tappa, la nuova edizione in bici da strada della "Torino-Solferino", che da oggi, martedì 22, a sabato 26 giugno vedrà 7 ciclisti volontari Cri pedalare per 600 chilometri attraverso 8 regioni per portare con loro il significato dei 7 princìpi della Croce Rossa.

Un viaggio che coinvolgerà 40 comitati dell’organizzazione internazionale del soccorso, volto a rievocare la famosa fiaccolata (anche quest'anno organizzata solo in forma virtuale) che si svolge ogni anno nel mese di giugno sui luoghi che, durante la storica battaglia del 1859, ispirarono a Henry Dunant l'idea di Croce Rossa.

La pedalata ciclo-solidale è stata presentata ieri nella Sala Resistenza del Municipio di Alba, presenti gli organizzatori, i vertici del Comitato albese dell’associazione di soccorso, con in testa il presidente Luigi Aloi, e quelli dell’Amministrazione cittadina, con l’assessore alla Protezione Civile Massimo Reggio, il capo di Gabinetto del Sindaco Leonardo Prunotto, il consigliere delegato allo Sport Daniele Sobrero e il collega Alberto Gatto in rappresentanza della minoranza consiliare.

"Un’iniziativa – hanno spiegato gli organizzatori – fatta dai volontari e per i volontari". Così nasce il Giro del Volontariato, che tra le proprie finalità ha quelle di promuovere il patrimonio culturale della nostra penisola e valorizzare le zone colpite da calamità naturali, ricordando l’impegno dei volontari accorsi e i soccorritori caduti per cercare di salvare il prossimo.

Il percorso, con partenza simbolica da Torino, desidera coinvolgere diversi luoghi del nord d’Italia, sia di pianura, di mare che di montagna. Da Alba a Genova, costeggiando il mar Ligure e Tirreno, da Viareggio a Firenze fino ad attraversare gli Appennini centrali, risalire la pianura padana da Ferrara a Treviso, le Dolomiti da Gemona del Friuli a Belluno e da Bolzano a Peschiera costeggiando il Lago di Garda. Dalle Alpi occidentali alle Alpi orientali per condividere un momento di festa e sport con i sette ciclisti e i sette princìpi di Croce Rossa Italiana.



“Durante il primo lockdown, nel marzo 2020, ci siamo ritrovati isolati, ognuno a casa propria. Uscivamo solo per fare i turni come volontari alla Croce Rossa. Anche noi avevamo paura, era l’inizio della pandemia e ancora non sapevamo come intervenire. Una situazione che mi ha subito spinto a pensare al futuro con fiducia. Così, appena hanno riaperto le strade, ho preso la bicicletta e sono andato a trovare gli altri comitati Cri”. Così racconta Giancarlo Perazzi, appassionato ciclista e volontario della Croce Rossa di Acqui Terme. Da quell’esperienza sulle due ruote nasce la Torino-Solferino.

A organizzare l’evento è il Comitato Croce Rossa di Acqui Terme, in collaborazione con 40 Comitati presenti in otto regioni e col supporto del gruppo BikeISLife #PedaliAMOITALIA. Un percorso dedicato alla promozione della salute e degli stili di vita sani, alla valorizzazione del patrimonio culturale del Piemonte e alla condivisione del significato dei sette princìpi, guida e faro delle azioni dei volontari della Croce Rossa: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità.

“Oggi, come non mai, è vivo il bisogno di sentirsi parte di qualcosa di grande, guardare allo straordinario lavoro svolto negli ultimi mesi da tutti i volontari, cogliamo l’occasione di questo evento per ringraziare ed essere vicino a questi meravigliosi uomini e donne di Croce Rossa”
, ha aggiunto il presidente del Comitato di Acqui Terme, Paola Viotti.

L’iniziativa è patrocinata dal Ministero del Turismo, dai siti Unesco Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e Dolomiti, e dalla Federazione Ciclistica Italiana. Tra i partner tecnici – a loro è andato il ringraziamento degli organizzatori – Selle Italia, Hermes Sport, Nalini, Pinarello, Vittoria, RH+, X-Bionic, AIDme, Named Sport, Galaxi, Newmarbas, CI.Zero e Club 41.

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium