/ Eventi

Eventi | 23 giugno 2021, 18:02

A Cuneo torna il festival Cunicoli: quattro giorni di arte e musica tra quartieri e frazioni

Fronzé, presidente della Consulta giovanile: "Questa seconda edizione del festival si prospetta già più ampia della precedente, un evento in costante crescita e che esca dai confini del solo altipiano"

Il presidente della Consulta giovanile Fronzé

Il presidente della Consulta giovanile Fronzé

“Cunicoli”, dall’idea di festival itinerante ma realizzato in diversi luoghi collegati: è questo il nome dell’iniziativa estiva della Consulta giovanile di Cuneo, che torna anche quest’anno per la propria seconda edizione.

L’evento si terrà da mercoledì 30 a domenica 4 luglio, cinque serate di musica e teatro in diversi luoghi della città capoluogo.

Si parte mercoledì alla Casa del Quartiere Donatello con la cena sociale a km 0 dal costo 10 euro e lo spettacolo teatrale “Mi abbatto e sono felice” della compagnia torinese Mulino Ad Arte. Giovedì sera, al chioschetto nei pressi dei campi da calcio di frazione Passatore si terrà la serata musicale con la band Belli Freschi e nella serata di venerdì al San Sebastian Cafè l’happy-hour dalle 19 alle 22 con i fratelli Newton e Lillo Dadone.

Sabato e domenica, invece, all’Open Baladin e in Birrovia, sarà la volta degli eventi con protagonisti la Bandakadabra e lo spettacolo “Signorini” e il Granda Bal Dub di Sergio Berardo e Madaski degli Africa Unite.

L’idea dietro al festival è quella di unire qualità artistica e fondi comunali, per realizzare spettacoli in luoghi che possano generare indotto, allo scopo di aiutare anche un po’ la ripresa del tessuto commerciale della città e di chiunque lavori nell’ambito del mondo dello spettacolo” spiega il presidente della Consulta Giovanile Gabriele Gaetano Fronzé, nel direttivo dell’evento assieme a Giulia Sannai e Isacco Basilotta.

Questa seconda edizione del festival si prospetta già più ampia, grazie anche agli sforzi di WeCuneo e di Confcommercio – conclude Fronzé - : il nome nasce anche dalla frase piemontese che, in italiano, significherebbe “Cuneo-anche-lì”, che ci aiuta a immaginare un evento in costante crescita e che esca dai confini del solo altipiano”.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium