ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 25 giugno 2021, 17:13

"Il turismo cuneese ha retto meglio l'impatto con la pandemia: nel 2020 perdite minori rispetto a Piemonte e Italia"

Ieri (24 giugno) la riunione della IV^ commissione sul mondo del turismo; Luca Serale: "Nonostante la pandemia la sponsorizzazione della città non si è mai fermata"

Il direttore Daniela Salvestrin

Il direttore Daniela Salvestrin

I numeri smentiscono l’assioma che il turismo cuneese, nell’ultimo anno e mezzo, sia stato davvero fermo. Le attività purtroppo sì, ovviamente, ma la promozione turistica del nostro territorio invece è stata assolutamente continua e più che proficua”.

Parole di Daniela Salvestrin, direttore dell’ATL del Cuneese, relatrice nella serata di ieri (giovedì 24 giugno) nell’incontro della IV^ commissione consiliare della città di Cuneo, incentrata proprio sull’aggiornamento in merito ai dati del turismo locale.

Per noi  è essenziale far sapere e capire quali sono, sono state e saranno le nostre attività di promozione del territorio cuneese” ha sottolineato Salvestrin, aggiungendo che nonostante l’impatto con la pandemia da Covid-19 Cuneo ha perso “solo” il 39,4% delle sue presenze turistiche, un dato di gran lunga inferiore rispetto a quello piemontese (-53,32%).

Gennaio e febbraio 2020 sono stati mesi positivi, ma anche gli unici di vera attività – ha aggiunto Savestrin - . Il territorio, però, essendo naturalmente anti-assembramento, ha permesso risultati davvero importanti: Cuneo ha sostanzialmente mantenuto la terza posizione tra le zone del territorio più attive in senso turistico, una medaglia di bronzo positiva se si pensa che ha la metà delle strutture ricettive e dei posti letto di un luogo come Alba. Ottimo risultato replicato anche per quanto riguarda il numero di notti che ogni visitatore ha trascorso in una delle nostre strutture ricettive, se fino al 2018 i dati delle due città erano sostanzialmente uguali, ora chi arriva a Cuneo si ferma di più”.

Tra le attività dell’ATL illustrate dalla direttrice si è parlato della creazione del nuovo logo di destinazione – lanciato l’11 maggio scorso, con un simbolo immediatamente riconoscibile e fresco che riprende la Sassifraga dell’Argentera e i colori verde (attività outdoor), arancio (gastronomia) e azzurro (attività invernali) - , delle iniziative promozionali come le uscite sulle riviste nazionali di settore, le apparizioni nella rubrica MAG di Studio Aperto, i tour nelle valli e nella pianura degli agenti di viaggio provenienti da tutta Italia e quelli dei rappresentanti dell’IGWorldClub, e il supporto alle gioco-visite di Conitours e l’iniziativa “Turista nella tua città” con le scuole superiori del capoluogo.

Per non parlare poi della campagna promozionale con affissioni cartacee nelle città tedesche di Monaco, Amburgo, Colonia e Francoforte, della presenza costante sui social media Facebook (76.000 follower, 700 post e oltre 400 stories) e Instagram (oltre 8.700 follower), la pagina social di Enit, la campagna sponsorizzata incentrata sui musei cittadini e il patrimonio culturale della città e del lancio del canale Loquis, con i “racconti geo-localizzati” su alcuni luoghi specifici del territorio.

Ma l’ATL guarda anche all’immediato futuro, ovvero il Cuneo Music & Art Festival, per il quale è partita la campagna di sponsorizzazione a livello nazionale, il lancio di un nuovo portale turistico online in quattro diverse lingue e, soprattutto, il lancio del volo Levaldigi-Monaco di Baviera: “Un punto di partenza, per noi: se Cuneo può raggiungere tutto il mondo, tutto il mondo può raggiungere Cuneo” ha aggiunto ancora Salvestrin.

Il dato più positivo è quello rispetto al lavoro fatto, nonostante la pandemia, della sponsorizzazione della città verso l’esterno: deve essere motivo d’orgoglio, segno che il nostro territorio si è creato negli anni un appeal importante” ha sottolineato l’assessore Luca Serale durante la commissione. “I numeri non vengono mai a caso. La perdita del 2020, inferiore a quelle di livello regionale e nazionale, è frutto degli sforzi realizzati dall’ATL, che ha messo in campo l’arma vincente della sicurezza del territorio, data dagli spazi ampi a disposizione. Avere poi due testimonial femminili come Marta Bassino ed Elisa Balsamo è davvero importantissimo – ha continuato Serale - , perché sono figure che incarnano lo spirito del cuneese, dedite alla fatica ma che, nonostante abbiano raggiunto livelli davvero eccelsi nei propri campi, mantengono un low-profile davvero apprezzabile”.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium