/ Eventi

Eventi | 25 giugno 2021, 14:39

La 41^ edizione del Concerto di Ferragosto si terrà a Castelmagno

La location scelta intende rendere omaggio ai "ragazzi delle stelle", i cinque giovanissimi che qui hanno perso la vita in un tragico incidente lo scorso 12 agosto

La 41^ edizione del Concerto di Ferragosto si terrà a Castelmagno

Si terrà in alta Valle Grana, precisamente a Castelmagno, la 41^ edizione del Concerto di Ferragosto, l'evento targato Rai che porta in quota la musica classica dell'orchestra Bartolomeo Bruni nel giorno dell'Assunzione di Maria.       

Come la scorsa edizione - tenutasi presso il castello di Casotto - sarà un evento a "inviti" e a numero chiuso per poter garantire le distanze. La location scelta intende rendere omaggio ai "ragazzi delle stelle", i cinque giovanissimi che qui hanno perso la vita in un tragico incidente lo scorso 12 agosto.

Saranno 60 gli elementi dell'orchestra che allieteranno i presenti nello storico concerto che da oltre 40 anni convoglia nelle nostre montagne - a parte quattro edizioni che si sono tenute nel torinese - un gran numero di curiosi e appassionati di musica e montagna. Un connubio vincente divenuto attrazione mediatica grazie al giornalista borgarino Gianfranco Bianco e che si intende mantenere nelle nostra vallate tramite il rinnovo della convenzione regionale con gli enti locali cuneesi per mantenere il concerto nella Granda, a rotazione tra Cuneese, Saluzzese e Monregalese.

Il documento sarà siglato da Provincia, Camera di Commercio di Cuneo, Rai, Atl del Cuneese, Orchestra Bruni e le Fondazioni bancarie Crc e Crt sostenitrici della manifestazione.

"Abbiamo scelto la valle Grana che è bellissima e Castelmagno che è un luogo evocativo. - commenta il presidente provinciale Federico Borgna tramite una nota - n la location si presta ad un’edizione ancora limitata perché con ventimila presenze ci sarebbero stati problemi logistici. Il concerto a Castelmagno sarà anche un modo per essere vicini alla comunità locale dopo la tragedia dell’anno scorso. Un ricordo andrà anche al giornalista Rai Gianfranco Bianco, che ha fatto conoscere le nostre montagne in binomio con la musica ed a cui si deve il lancio mediatico dell’evento”.

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium