ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 28 giugno 2021, 10:36

Laura Menardi sul bando (deserto) dell'Arena Festival: "Niente rinascita per il settore della cultura e degli spettacoli dal vivo"

La consigliera porterà questa sera (28 giugno) la questione in consiglio comunale

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Il "fallimento" - come viene descritto nell'interpellanza - del bando di gara per la gestione dell'Arena Festival 2021 della città di Cuneo approderà stasera (28 giugno) in consiglio comunale. A riportare l'attenzione sul tema, la consigliera Laura Menardi.

Lanciato ad aprile, il bando poi andato deserto prevedeva l'affidamento in concessione - dal valore presunto individuato in 160.000 euro, di cui 50.000 coperti dal Comune, e per le settimane che vanno dal 23 giugno al 14 settembre - dell'Arena Estiva all'impresa che avesse potuto vantare l'offerta economicamente più vantaggiosa. Un'iniziativa che rientra nel DUP 2021-2023, che contiene l'obiettivo strategico "Cultura per tutti".

"Tale bando andato deserto rappresenta un forte rischio per l’offerta culturale per la stagione estiva, dove si sarebbe dovuto assistere ad una rinascita del settore della cultura e degli spettacoli dal vivo, duramente provato da oltre un anno di pandemia" si legge sul documento dell'interpellanza: secondo Menardi i tempi per produrre una nuova gara d'appalto sono "decisamente ristretti e quindi di conseguenza la stagione estiva delle manifestazioni e degli eventi culturali rischia di essere compromessa".

Sull'argomento si era già espressa l'assessore Cristina Clerico, ma la consigliera ha chiesto comunque al sindaco e all'assessore competente se esisteva un piano alternativo nel caso il bando fosse andato deserto e, se sì, cosa si prevedeva come offerta culturale in città, se si pensa che il fallimento del bando di gara sia da imputare alle pesanti perdite vissute dal settore nel corso della pandemia, oppure dal cambio di location dal Palazzetto dello Sport a piazza della Costituzione, luogo per diverse ragioni, forse, di meno attrattiva per i portatori d'interesse; inoltre, se non sarebbe opportuno fare squadra con i Comuni limitrofi per realizzare un'offerta di eventi integrata, competitiva e adeguata.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium