ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 01 luglio 2021, 14:20

Fulvio Moirano non guiderà più la Fondazione Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle Cuneo Onlus

Il candidato sindaco Boselli commenta: "La Fondazione non può decidere dove collocare il nuovo ospedale, e potrebbe essere chiamata a rispondere di questa ingerenza; Moirano si è dimesso anche per questo?"

Fulvio Moirano

Fulvio Moirano

Le dimissioni sono arrivate nella seduta di lunedì 28 giugno del cda della Fondazione Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle Cuneo Onlus: Fulvio Moirano, alla testa dell'azienda ospedaliera della città capoluogo per 11 anni, si è dimesso da presidente della Fondazione.

Una presa di posizione che arriva a poche settimane dalla riconferma. Il motivo, come dichiarato dallo stesso Moirano, l'assunzione di nuovi impegni professionali che si sommano a quelli personali.

Moirano rimane comunque tra i soci della Fondazione. Nuova entrata nel cda della Fondazione - nominata dal sindaco di Cuneo e presidente della Provincia Federico Borgna - , Elio Rostagno.

Il fatto non è sfuggito a Giancarlo Boselli, che da qui ha iniziato una riflessione sulla Fondazione stessa: "Un'entità privata che non ha alcuna competenza legale nel proporsi come  programmatrice delle scelte su dove e come collocare il nuovo Ospedale della Città di Cuneo, scelte che spettano invece alla Regione e al Comune - ha detto in un post su Facebook - . Non solo, quindi, potrebbe essere chiamata a rispondere di questa indebita ingerenza che compete agli enti pubblici ma potrebbero esserlo personalmente gli stessi membri del suo Consiglio, che rivestono funzioni in enti pubblici o li rappresentano in detta associazione privata".

"Colgo l’occasione per sottolineare che l’indicazione fatta dalla Fondazione e accettata dall’attuale Consiglio Comunale potrebbe essere ritenuta illegittima sulla base delle normative che regolamentano la possibilità di costruire nella zona in questione di Confreria e che inoltre, i tempi reali di progettazione e costruzione previsti non consentirebbero comunque di accedere ai finanziamenti possibili" prosegue il post di Boselli, che sottolinea il suo impegno - nel caso di elezione a sindaco alla prossima tornata elettorale - a ribaltare la scelta sull'ubicazione del nuovo ospedale . "Alla luce di questi elementi le dimissioni dell’ex Presidente Moirano potrebbero forse quindi avere anche altre motivazioni assai più comprensibili".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium