ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 01 luglio 2021, 11:48

Una rilassante giornata al mare? Difficile, se servono tre ore per percorrere 46 km da Nava a Ceva

Situazione simile anche per coloro che decidono di prendere l'autostrada. Raggiungere la Liguria dalla nostra provincia è diventata una vera sfida

Una rilassante giornata al mare? Difficile, se servono tre ore per percorrere 46 km da Nava a Ceva

Raggiungere la Liguria dalla provincia di Cuneo sta diventando un'impresa e sembra non esserci pace per gli automobilisti: chi sceglie di prendere l'autostrada paga il solito pedaggio salato (per cui si prevedono anche aumenti, ndr) e si trova a fare i conti con code dovute ai lavori dei cantieri.

La problematica dell'A6 era stata sollevata proprio negli scorsi giorni dal gruppo "Fare Quadrato" che ha aperto anche una mail per raccogliere le segnalazioni degli automobilisti (leggi qui), ma la situazione non è migliore per chi percorre la statale 28 Colle di Nava. 

Sono ancora diversi i cantieri aperti tra i comuni di Ormea a Ceva e non è una problematica delle ultime settimane quella del traffico. Già a maggio si erano verificate problematiche e ANAS aveva annunciato la presenza di personale, nei week-end, per regolare manualmente la viabilità.

Tra i cantieri che contribuiscono a creare le lunghe code ci sono certamente quelli in località “Cave di Bagnasco”.

Nei giorni scorsi il sindaco Giuseppe Carazzone ha effettuato un sopralluogo con i responsabili dei cantieri per verificare lo stato dei lavori e le tempistiche e spiega anche sul suo profilo Facebook: "Nel primo cantiere, lato paese, i lavori sono stati sospesi per un imprevisto tecnico e riprenderanno entro la prima decade di luglio. Nel secondo cantiere domani si provvederà all’asfaltatura e successivamente alla posa della barriera di protezione. Chiusura cantiere prevista entro il 10-15 luglio. Ciò significa che dalla metà di luglio ci sarà il semaforo per un solo cantiere con una riduzione significativa dei tempi di attesa. Per essere concreti: le probabilità di arrivare ad agosto con il cantiere aperto sono alte!"

Intanto in redazione ci scrive un lettore, che si definisce "un automobilista rassegnato", che lo scorso week-end ha impiegato quasi tre ore per percorrere circa 46 km.

"Gentilissima redazione,

Ho dovuto percorrere, nel pomeriggio di domenica, la ss 28, Colle di Nava, per il rientro dalla Liguria. Avevo letto sulle vostre edizioni del mese di maggio che con la presenza di movieri posizionati nei punti dei lavori si pensava di risolvere i problemi del traffico domenicale, in attesa della conclusione dei lavori, prevista per giugno. Con la speranza pertanto che la situazione fosse migliorata ho optato per il transito dalla statale. Purtroppo tutti questi proclami come al solito si concludono in un nulla di fatto...ho percorso il tragitto di 46 km da Nava al casello autostradale di Ceva in 3 ore!!!! Mi chiedo come sia possibile che dopo 2 mesi e con i lavori di messa in sicurezza, che mi sembrano tutt'altro che in corso di conclusione, nessuno si interessi ad un collegamento così importante soprattutto in questo momento con il Colle di Tenda inutilizzabile. Ritengo che sia scandaloso che non si riescano ad accelerare i lavori resisi fondamentali dopo l'alluvione di ben 9 mesi fa!!! Magari un po' di buon senso da parte di tutti gli Enti interessati potrebbe essere utile, ad esempio gli ultimi 6 km di coda fatti con un tempo di percorrenza di 30 minuti sono stati causati dall'accesso autostradale del casello di Ceva dove su 6 caselli totali solo 2 sono dedicati all'ingresso....già con un incremento di un solo 1 casello in ingresso forse mi sarei potuta evitare gli ultimi 30 minuti di coda...ma forse sono soluzioni troppo semplici che a noi italiani risultano difficili da applicare".

 

 

AP

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium