/ Sanità

Sanità | 02 luglio 2021, 11:06

Borgo San Dalmazzo: Palazzo Bertello diventa anche hub vaccinale per le aziende (VIDEO)

Progetto di Confindustria Cuneo in collaborazione con il comune. Servizio erogato da Bios, con il contributo della Camera di commercio di Cuneo. Il presidente Gola: "I numeri parlano chiaro. 450 aziende per oltre 35mila prenotazioni dal mondo produttivo e industriale. Prima si riesce a uscire dalla pandemia e prima vedremo la ripartenza economica”

Borgo San Dalmazzo: Palazzo Bertello diventa anche hub vaccinale per le aziende (VIDEO)

Da oggi, venerdì 2 luglio, Palazzo Bertello di Borgo San Dalmazzo diventa anche un hub vaccinale per le aziende. Si realizza quindi il progetto di Confindustria Cuneo in collaborazione con il comune. Il servizio è erogato da Bios, con il contributo della Camera di commercio di Cuneo.

“Si tratta di un altro tassello importante, dopo Cherasco e Saluzzo – ha dichiarato il presidente di Confindustria Mauro GolaQuesta mattina inauguriamo l'hub a Borgo e nel pomeriggio a Mondovì. Il mondo produttivo di Confindustria è a fianco delle istituzioni. I numeri parlano chiaro: 450 aziende per oltre 35mila prenotazioni dal mondo produttivo e industriale. Prima si riesce a uscire dalla pandemia e prima vedremo la ripartenza economica”.

Presente anche il sindaco Gian Paolo Beretta, insieme agli assessori Anna Bodino e Beppe Bernardi: “Oltre ad ospitare tanti eventi, Palazzo Bertello oggi dà speranza e sicurezza alle persone. Come amministrazione, ci siamo messi a disposizione fin da subito per la cura del territorio”.

Il direttore generale dell'Asl CN1 Giuseppe Guerra: “Aprire altre due linee alla Bertello fa parte di un piano che punta a permettere a tutte le aziende e ai dipendenti di poter partecipare alla vaccinazione. Per noi è un elemento fondamentale che ci serve anche come monito per dire che la società cuneese c'è e che deve anche essere vista anche come una persuasione morale verso chi ancora oggi rifiuta il vaccino”.

Ad accompagnarlo anche il nuovo direttore amministrativo dell'Asl CN1 Tiziana Rossini: “È un ruolo di assoluta responsabilità che mi lusinga molto ricoprire. Nella mia vita ho sempre cercato di dare il massimo per seguire la cosa pubblica perchè ritengo sia un dovere morale e, anche in questa circostanza, cercherò di impegnarmi in questo senso. La pandemia ha reso tutto più complicato. L'auspicio è che, con la vaccinazione di massa, si superi in tempi brevi questo grave problema sanitario e sociale”.

A chiudere gli interventi Maddalena Moscarini, amministratore delegato di Bios: “E' stato un anno davvero impegnativo. Mi ha colpito molto l'interesse che la struttura pubblica ha dato al mondo della medicina privata. Abbiamo lavorato bene insieme. Infine sono strabiliata nel vedere ogni giorno il grande lavoro del popolo dei volontari, che hanno la fatto parte da gigante. Davvero grazie a tutti loro”.

cristina mazzariello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium