/ Attualità

Attualità | 07 luglio 2021, 13:10

Le cooperative del territorio protagoniste nell'ultimo incontro della rassegna "Abitare la montagna"

Si è conclusa ieri, martedì 6 luglio, la rassegna organizzata da Confcooperative Cuneo e Uncem Piemonte con il sostegno della Camera di Commercio di Cuneo

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Si è conclusa ieri, martedì 6 luglio, la rassegna "Abitare la montagna. Camminare su sentieri cooperativi", organizzata da Confcooperative Cuneo e Uncem Piemonte con il sostegno della Camera di Commercio di Cuneo. 

Al centro del webinar le esperienze cooperative del territorio, come esempio di buone pratiche per lo sviluppo e la valorizzazione delle aree montane attraverso la creazione di lavoro e imprese. 

Sono intervenute: la Cooperativa Agricola “Biolanga” di Pezzolo Valle Uzzone, impegnata nella produzione biologica di cereali che valorizza i territori dell’alta Langa; “l’ApeMaira” di Bassura di Stroppo, bar-bistro e negozio aperto tutto l’anno, punto di ritrovo e accoglienza per residenti e turisti, nato grazie all'intraprendenza di tre donne cooperatrici che volevano garantire un punto di riferimento per i valligiani; la cooperativa “Le Montagne del mare”, un'altra belle esperienza tutta al femminile, che offre attività di animazione, visite guidate alla scoperta della alle Gesso e la cooperativa sociale di inserimento lavorativo "Le Valli" di Demonte, diventata punto di riferimento sui lavori di manutenzione per le pubbliche amministrazioni e i privati della valle Stura e non solo.

"Siamo felici di aver condiviso questo importante percorso dedicato alla montagna con Uncem Piemonte" - ha commentato il presidente di Confcooperative Cuneo Alessandro Durando - "Le terre alte sono uno spazio fertile per la cooperazione e il bilancio di questa rassegna non può che essere positivo: abbiamo avuto modo di approfondire e scoprire molti aspetti delle esperienze cooperative delle nostre zone, portando a termine un percorso positivo, ricco e coerente con un'idea progettuale. Nelle nostre montagne c'è una ricchezza importante per il nostro paese da valorizzare per il futuro".

"La pandemia ci ha insegnato che da soli non si fa nulla" - ha spiegato Roberto Colombero Presidente di Uncem Piemonte - "non si può andare lontano, soprattutto in montagna dove non può esistere economia senza comunità e si può fare comunità soltanto quando esiste cooperazione"

A conclusione della rassegna è intervenuto Giovanni Teneggi, direttore di Confcooperative Reggio Emilie e referente nazionale cooperazione di comunità di Confcooperative che ha analizzato le possibilità di cooperazione come possibilità strategica di sviluppo per le "Terre Alte": "La montagna trasmette un senso di rispetto e valore per ciò che è avvenuto prima, che avviene attorno a noi e che può avvenire dopo e di conseguenza fare impresa in montagna significa assumersi la responsabilità di costruirla nella consapevolezza e nel rispetto". 

 

Arianna P.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium