/ Cronaca

Cronaca | 11 luglio 2021, 18:21

Due cordate in difficoltà sulla “Est” del Monviso: recuperate dall’elisoccorso

Allarme lanciato in tarda mattinata. Le operazioni ostacolate dal meteo e dalla nebbia. Sul massiccio del Monviso diversi operatori e tecnici del Soccorso alpino, allertati e pronti a intervenire

Due cordate in difficoltà sulla “Est” del Monviso: recuperate dall’elisoccorso

Lungo intervento del Servizio di elisoccorso regionale e del Soccorso alpino piemontese, quest’oggi, sul Monviso.

L’allarme è scattato in tarda mattinata, lanciato da una cordata di tre persone in difficoltà sulla parete Est del Re di Pietra. Immediata l’attivazione dei soccorsi per il recupero: l’elisoccorso, decollato dalla base di Corso Marche a Torino, si è portato in quota e, dopo aver fatto campo base al rifugio Quintino Sella, ha lasciato il tecnico di Soccorso alpino in parete per le operazioni di recupero.

Nel frattempo è giunta una seconda richiesta d’aiuto, di nuovo dal Monviso, per un seconda cordata, composta da due persone, in difficoltà, sempre sulla “Est” del “Viso”.
I soccorsi erano già in zona: il recupero avrebbe potuto essere portato a termine nel giro di poco, ma il meteo ha ostacolato non poco le operazioni. La nebbia, in quota, ha avvolto a più riprese il Monviso, rendendo impossibile il volo dell’elisoccorso.

Sul massiccio si trovavano diversi operatori e tecnici del Soccorso alpino della Quattordicesima delegazione, impegnati in gite ed escursioni in autonomia, complice la bella giornata tipicamente estiva. Sono rimasti tutti in zona, allertati e pronti a intervenire in caso di bisogno.

Ma ad un tratto, come sovente succede, le nebbie si sono diradate, permettendo al mezzo aereo di rialzarsi in volo, portarsi in quota e imbarcare a bordo le due cordate in difficoltà.

Le persone sono state portate a valle, illese e in ottime condizioni di salute. Poi, l’elisoccorso ha potuto fare rientro in base.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium