/ Economia

Economia | 20 luglio 2021, 07:00

Spedizione in contrassegno: ecco come funziona

La spedizione con contrassegno è un metodo tradizionale, che risulta gradito e utile per chi non è in possesso di una carta prepagata, o magari in quel momento non ha fondi sufficienti per coprire la spesa, oppure non ritiene affidabili i sistemi di pagamento online.

Spedizione in contrassegno: ecco come funziona

Con l’aumento delle vendite su internet gli e-commerce mettono a disposizione degli utenti svariati metodi di pagamento, fra cui anche quello con contrassegno. La spedizione con contrassegno è un metodo tradizionale, che risulta gradito e utile per chi non è in possesso di una carta prepagata, o magari in quel momento non ha fondi sufficienti per coprire la spesa, oppure non ritiene affidabili i sistemi di pagamento online. A prescindere dalla motivazione che spinge a richiedere la spedizione in contrassegno, si tratta di un servizio molto richiesto, perciò scopriamo nel dettaglio come funziona.

In cosa consiste la spedizione con contrassegno

Il contrassegno è un sistema di pagamento per gli acquisti a distanza e autorizza l’incaricato della consegna della merce a riscuotere la somma indicata in fattura. Il pagamento potrà essere effettuato tramite contanti e assegno circolare, e comunque secondo le modalità stabilite con il destinatario. La spedizione in contrassegno prevede un leggero aumento dei costi, ma come puoi vedere su questa pagina si tratta di cifre irrisorie, a fronte di una serie di vantaggi sia per il cliente che per l’azienda che invia i prodotti.

Come funziona la spedizione in contrassegno

Alla base della spedizione con contrassegno c’è la volontà del cliente di scegliere questa opzione, ovvero di pagare alla consegna la merce che desidera ordinare online. Prima di concludere l'ordine deve dunque indicare che intende usufruire di questo servizio e consegnare l’importo al fattorino una volta ricevuta la merce.

Dopo aver ricevuto l'ordine, il mittente prepara il pacco e tramite l'apposita finestra comunica al corriere scelto che si tratta di una spedizione con contrassegno. Il mittente indica anche l’importo da incassare. Il corriere ritira il pacco che verrà consegnato a destinazione dal fattorino, il quale provvederà a ritirare la cifra indicata sulla lettera di vettura.

Il vettore accrediterà al mittente l'importo riscosso entro un lasso di tempo che va dai 7 ai 25 giorni. L’importo massimo che si può incassare per contrassegno è 2.999 euro, come previsto dalle norme antiriciclaggio 2017.

Vantaggi della spedizione in contrassegno

Esistono molti casi n cui la spedizione in contrassegno risulta quella privilegiata e la sola che può consentire di fare acquisti su mercati particolari, come ad esempio quello riguardante il settore Grocery, attualmente in forte crescita. Poiché si tratta di prodotti freschi che vanno calcolati in base all’effettivo peso, è chiaro che il pagamento in contrassegno è quello più indicato.

La modalità è quella privilegiata anche quando si devono pagare importi consistenti, come può capitare nel caso della spedizione di arredi. Anche in questo settore le vendite online sono in aumento e le spedizioni con contrassegno sono quelle preferite dagli utenti, specialmente se la merce arriva da paesi molto lontani e possono esserci degli inconvenienti per la consegna.

In questi casi pagare un piccolo sovraprezzo non influisce in alcun modo sui costi dell’acquisto, ma mette al sicuro l’utente da eventuali raggiri e truffe. Infatti, ha la certezza di veder giungere il bene ordinato a casa propria, e fare il pagamento personalmente. In più, se nel caso dell’arredo è previsto anche il montaggio, può anche verificare se il prodotto presenta difetti.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium