/ Eventi

Eventi | 20 luglio 2021, 13:45

“Temporary Shop” con prodotti tipici e creazioni artigianali al Forte di Vinadio

Da giovedì 29 luglio, alle 14,30, per un mese intero Fondazione Artea in collaborazione con il Comune rinnova lo storico appuntamento che valorizza le eccellenze e i manufatti di 19 espositori cuneesi

“Temporary Shop” con prodotti tipici e creazioni artigianali al Forte di Vinadio

Per un intero mese, da giovedì 29 luglio a domenica 29 agosto, il Forte di Vinadio ospita la nona edizione del “Temporary Shop”, lo spazio dedicato all’artigianato artistico, ai prodotti tipici e alla cosmesi del territorio, all’interno del quale diciannove creativi artigiani e produttori agricoli, selezionati dalla Fondazione Artea in collaborazione con il Comune di Vinadio, promuovono e vendono i loro prodotti e creazioni.

Al negozio temporaneo, si accede dal ponte di Porta Francia e sarà visitabile dal lunedì al sabato dalle ore 14,30 alle 19, la domenica e i festivi e la settimana di Ferragosto dalle 10 alle 19. L’ingresso è libero. In osservanza delle prescrizioni per prevenire il contagio di Covid-19, ad oggi in corso di validità, è consentito l’accesso agli spazi fino ad un massimo di 10 persone contemporaneamente, con l’obbligo di indossare la mascherina. Eventuali variazioni nelle prescrizioni, saranno comunicate successivamente. All’ingresso, inoltre, sarà presente un dispenser di gel igienizzante per le mani.

Per maggiori informazioni telefonare allo 0171/959151 340/4962384 o visitare il sito www.fortedivinadio.com.

Il progetto si rinnova ininterrottamente dal 2013 come appendice del percorso multimediale “Montagna in movimento” allestito all’interno del forte, che fra le tante sezioni ne ha una dedicata alle nuove prospettive per il futuro di vita in montagna. La provincia di Cuneo presenta una forte personalità storica che conserva numerosi ricordi del passato che devono essere salvaguardati, ne sono un esempio i numerosi mestieri artigiani che un tempo si praticavano, soprattutto nelle vallate alpine, e che oggi sono andati via via scomparendo. Molti giovani stanno cercando di ricostruire una parte di storia delle proprie famiglie, cominciando proprio da quei mestieri che svolgevano i loro avi, riscoprono l’abilità manuale che fa parte del loro DNA e la fanno rivivere, rimescolandola e adattandola alla modernità.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium