/ Attualità

Attualità | 21 luglio 2021, 15:59

Paralimpiadi, il cuneese Diego Colombari in pista per Tokyo 2020

Il campione italiano e campione mondiale a squadre dell’handbike farà parte delle delegazione di undici atleti piemontesi qualificati ai Giochi al via in Giappone dal 24 agosto

Diego Colombari, 39 anni, vive a San Rocco di Bernezzo (Ph. Facebook)

Diego Colombari, 39 anni, vive a San Rocco di Bernezzo (Ph. Facebook)

Record di atleti piemontesi alle Paralimpiadi di Tokyo. Sono undici gli sportivi della nostra regione - il 10% dei 113 in partenza dall'Italia - che prenderanno parte ai Giochi 2020, in programma dal 24 agosto al 5 settembre.

In gara sette donne e quattro uomini
Si tratta di sette donne e quattro uomini: Alessandro Ossola (atletica), Veronica Silvia Biglia (canoa), Cristina Scazzosi e Lorenzo Bernard (canottaggio), Diego Colombari (ciclismo), Carola Semperboni (equitazione), Carlotta Gilli (nuoto), Andrea Mogos (scherma), Francesca Fossato (sitting volley), Anime Mohamed Kalem (tennistavolo), Elisabetta Mijno (tiro con l'arco).

Il cuneese Colombari in gara nell’handbike
Trentanove anni, residente a San Rocco di Bernezzo, sposato con Giulia e papà di Leandro, Colombari corre per la categoria H5 di handbike, dove si è laureato campione italiano nella gara in linea 2021 e si è campione del mondo col Team Relay nella gara in Portogallo.

Mijno: "Ad accoglierci un Giappone nel rispetto dello sport"
E proprio quest'ultima - con un bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016 e un argento a Londra 2012 - è tra le veterane in gara, così come Mogos e Kalem. "A causa della pandemia - ha sottolineato Mijno - non troveremo un Giappone in festa, ma che ci accoglie nel rispetto dello sport: siamo felici di andare. Per me la Paralimpiadi più bella è stata la prima, quella di Pechino, dove non ho vinto, ma ero libera da aspettative".

Gilli: "Sogno di una vita che si realizza"
In partenza per Tokyo anche la nuotatrice Carlotta Gilli, delle Fiamme Oro della Polizia: "È il sogno di una vita che si realizza. Lo sport è un elemento di inclusione sociale e aiuta a vivere".

Ricca: "A fianco di realtà sportive che promuovono agonismo inclusivo"
"È un Piemonte - ha commentato l'assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca, consegnando agli atleti una spilletta che rappresenta la bandiera della Regione - ricco di talenti sportivi quello che va alle Paralimpiadi di quest'anno: come istituzioni saremo sempre al fianco della realtà sportive che promuovono l'agonismo inclusivo".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium