/ Attualità

Attualità | 22 luglio 2021, 09:59

Più controlli sulla "strada delle moto": la Provincia appoggia le richieste dei sindaci

I Comuni della zona scrivono al prefetto riportando d’attualità il tema dell’eccessiva velocità e dei pericoli sulla Provinciale 661 "Pedaggera", che dall’Albese porta in Liguria

Incidente in moto (foto archivio Provincia)

Incidente in moto (foto archivio Provincia)

Aumentare la sicurezza stradale con maggiori controlli sui limiti di velocità e istituire un gruppo di controllo composto da Provincia, Comune di Dogliani, Unioni montane delle Valli Mongia e Cevetta, Langa Cebana, Alta Valle Bormida e Alta Langa.

Sono le proposte che arrivano dall’incontro che si è svolto a Ceva nei giorni scorsi con l’obiettivo di evitare che la Strada Provinciale 661 “Pedaggera” diventi nei fine settimana un circuito motociclistico.

Un tema annoso, che a ogni estate torna d'attualità. Sindaci della zona (presenti le amministrazioni di Montezemolo, Murazzano, Belvedere Langhe, Dogliani, Sale Langhe e dell'Unione Montana Alta Langa) e forze dell’ordine hanno così chiesto un incontro al prefetto per tutelare di più il transito della strada panoramica che dall’Albese raggiunge la Liguria passando per Montezemolo.

Le richieste sono quelle di un maggior coordinamento delle forze dell’ordine e la presenza di più pattuglie sulla “strada delle moto”, per quanto possibile.

“La Provincia di Cuneo – precisa il consigliere provinciale delegato, Annamaria Molinari – appoggia le richieste dei Comuni. La sicurezza sulla strada 661 è una priorità”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium