/ Eventi

Eventi | 24 luglio 2021, 11:24

Inaugurati a Borgo San Dalmazzo gli alberi-libreria per far circolare il piacere della lettura in città

Sono cinque postazioni di scambio libri fisse e una itinerante. La vice sindaco Robbione: "L'invito è quello di far vivere questi alberi, di prendere e portare libri"

Inaugurati a Borgo San Dalmazzo gli alberi-libreria per far circolare il piacere della lettura in città

Sono stati inaugurati ieri sera, venerdì 23 luglio a Borgo San Dalmazzo, gli “alberi-libreria”: cinque postazioni fisse e una itinerante destinate a permettere alle storie lette e amate di trovare un rifugio in attesa di un nuovo lettore.

L'evento si è svolto davanti alla libreria Sognalibro in via Bergia, alla presenza della vice sindaca Roberta Robbione e degli assessori Anna Bodino e Alessandro Monaco.

"Facciamo crescere una foresta di libri nella nostra città - ha dichiarato Robbione -. A partire da oggi infatti le cittadine e i cittadini potranno lasciare un libro e prenderne uno in prestito presso una delle postazioni presenti in città. È un progetto "di rete" condiviso, reso possibile proprio grazie alla collaborazione di tante persone, crediamo infatti che lo sviluppo culturale di una comunità passi proprio da azioni comuni condivise". 

Tanti i ringraziamenti della vice sindaca per questo bel progetto: "Grazie a Stefania Gravina di Sognalibro. È infatti grazie a Stefania che tutto è partito, con un confronto su come lavorare sul tema del libro e della lettura e con la richiesta da parte del Comune di poter essere ammessi dal ministero nell'elenco di città che legge. 

Il mio ringraziamento a chi ci aiuta a gestire le altre postazioni: Erica Poetto

Cartolibreria Papé  per la zona di Borgo Nuovo, le Dr. sse Gloria Voltolini e Simona Ventura che gestiscono la Farmacia Valle Stura per la zona di Beguda, Umberto Arione, Filippo Manti, Carlo Rigoni, Fabio Armando per il Circolo Amici di S. Antonio per S. Antonio di Aradolo, Cristian Peirone Associazione Santuario di Monserrato e Daniela Sarale direttrice della nostra biblioteca comunale. Grazie infine a Rita Ramonda dell'ufficio Cultura del comune". 

Proprio dalla biblioteca "Anna Frank" sono partite le attività del progetto coordinate da Sara Rubeis e Mauro Bernardi della Unione Montana Valle Stura. 

La postazione che ora è in biblioteca potrà essere itinerante se ci saranno richieste da altri territori o associazioni.

 Per la realizzazione delle postazioni di bookcrossing l’Assessorato alla Cultura  ha attivato una collaborazione con la sede di Cuneo delle Scuole Tecniche San Carlo. Attraverso la responsabile di sede, prof.ssa Elena Giraudo, sono stati coinvolti gli allievi del corso triennale “Operatore del legno” che, coordinati dai docenti Aurelio Andreis, Sara Olivero e Daniele Balangero, hanno ideato e realizzato nel laboratorio di Boves gli “alberi libreria” in OSB (Oriented Strand Board). I pannelli sono formati da “scaglie” di legno, scarti di altre lavorazioni in materiale di origine naturale, riciclabile e a basso impatto ambientale.

“Leggere: una foresta che cresce” è il nome di questa iniziativa realizzata nell’ambito di “Metti in circolo la lettura. Di libro in libro uniamo i fili della cultura”, progetto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Borgo San Dalmazzo finanziato dal bando “Città che legge 2019” promosso dal Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura.

"L'invito è quello di far vivere questi alberi, di prendere e portare libri, di far circolare il piacere della lettura in tutta la città", ha concluso Roberta Robbione.

Cristina Mazzariello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium