/ Attualità

Attualità | 27 luglio 2021, 10:17

Per l’albese Asava due nuovi mezzi e giovani ingressi tra i volontari [FOTO E VIDEO]

L’associazione di soccorso tira le somme di un ultimo anno reso impegnativo dalla pandemia. Due defibrillatori in dono dalla famiglia di Livio Bona, panettiere albese vittima del Covid

L'assemblea Asava (fotoservizio di Barbara Guazzone)

L'assemblea Asava (fotoservizio di Barbara Guazzone)

Con la consueta assemblea annuale dei soci, annullata lo scorso anno a causa dell’emergenza epidemiologica, l’Associazione Servizio Autisti Volontari Ambulanza (Asava) ha tirato le somme di questo ultimo anno di attività, reso difficile e impegnativo per il protrarsi dell’emergenza dovuta al Sars Cov2.

Grazie alle precauzioni e ai protocolli adottati, e nonostante un numero di servizi effettuati assolutamente sopra la norma, l’associazione è rimasta sempre “Covid free”. Durante il 2020, vuoi anche per effetto del lockdown e quindi grazie alla maggior disponibilità di tempo di molte persone, il sodalizio ha potuto contare su circa 40 nuovi ingressi di volontari, 15 dei quali sono rimasti attivi in servizio anche dopo l’emergenza. Per contro, durante il periodo più impegnativo della pandemia, circa 70 volontari si sono autosospesi, principalmente per motivi precauzionali, avendo patologie pregresse a rischio rispetto al Covid 19.

“Se guardiamo allo stato di salute della nostra associazione – spiega il presidente Daniele Blengiodirei che non possiamo lamentarci. Lo scorso anno abbiamo ricevuto diversi contributi dalla popolazione. Volevamo sdebitarci in qualche modo e, anche se è una piccola cosa, abbiamo offerto gratuitamente i nostri servizi per tutti i concerti di 'Collisioni'. Ma a parte le donazioni in denaro, siamo stati colpiti dalla vicinanza di quanti ci hanno sommerso di pizze, gelati, pasti omaggio: un affetto che ci ha fatto veramente piacere, spesso da parte di persone totalmente sconosciute”.

Sicuramente la pandemia ha anche portato l’associazione a una crescita dal punto di vista professionale, visto che i suoi volontari si sono trovati a confrontarsi con uno scenario completamente nuovo. 
“Certamente proseguiremo a investire molto sulla formazione - continua Blengio – perché riteniamo che tutto il volontariato sia nobile e apprezzabile, ma il nostro è particolare, abbiamo a che fare con persone che stanno male, che sia 118 o altro. Sicuramente dopo le ferie ripartiremo con i corsi per i nostri volontari”.

Tornando all’evento, oltre ai vari riconoscimenti dati ai volontari per ringraziarli dei loro anni di servizio in Asava, un momento piuttosto toccante è stato il ringraziamento pubblico per la donazione di due defibrillatori Dae intitolati a Livio Bona, titolare dell’omonima panetteria di corso Piave ad Alba e molto conosciuto da tutta la cittadinanza, mancato a causa del Coronavirus. Era stato soccorso da un equipaggio Asava la sera in cui si sentì male per la prima volta e poi sempre con un equipaggio dell’associazione venne trasportato successivamente a Cuneo. La famiglia ha mantenuto i contatti e, grazie anche alle donazioni ricevute da amici e parenti, ha voluto acquistare i due dispositivi ora entrati a far parte delle dotazioni a disposizione nella sede del Gallo.



In coda all’evento, prima del momento conviviale che ha chiuso la giornata, c’è stata la benedizione, da parte di don Domenico Bertorello, direttore dell’Ufficio Diocesano e incaricato per la Pastorale degli Anziani e della Salute, assistente spirituale presso l’ospedale di Verduno oltre che parroco di Verduno e Rivalta di La Morra, dei due nuovi mezzi arrivati in associazione: una nuova ambulanza di ultima generazione per il soccorso avanzato 118 e un’unità mobile logistica, tecnologicamente avanzata, che servirà per coordinare le attività di soccorso in casi emergenziali complessi, come potrebbe essere una calamità, o dove possa servire un’unità logistica mobile di rapido spostamento.

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium