/ Attualità

Attualità | 27 luglio 2021, 07:30

Ripresa della scuola in presenza, Franca Giordano: "Cuneo è pronta"

L'assessore ha risposto in consiglio a un'interpellanza presentata da Maria Luisa Martello: "La ripresa è monitorata con grande attenzione dall’amministrazione, con gli assessorati che lavorano insieme per garantirne le condizioni necessarie"

Foto generica

Foto generica

Per quanto le compete, l’amministrazione comunale di Cuneo come si sta preparando in vista di settembre e dell’apertura del prossimo anno scolastico (si spera con gli studenti in presenza 100%)? La domanda l’ha posta – presentando un’interpellanza specifica discussa in consiglio comunale – la consigliera Maria Luisa Martello.

Credo sia opportuno che il consiglio conosca la situazione attuale prima della solita pausa estiva – ha detto Martello - , specie nei riguardi di tematiche come quella dei trasporti, dell’edilizia scolastica e del possibile utilizzo di spazi fuori sede”.

L’anno scolastico precedente ha avuto alterne vicende, con un inizio regolare seguito da una chiusura abbastanza lunga e dalla successiva alternanza di metà alunni in presenza e metà a distanza – prosegue la consigliera - . Speriamo tutti, però, che quest’anno si riesca a svolgere le lezioni totalmente in presenza: la DAD ha causato problemi relazionali e a livello psicologico ma anche un calo di apprendimento davvero sensibile”.

Lo scenario delineato dalla collega è sotto gli occhi di tutti – ha detto “Beppe” Lauria, a sostegno delle domande realizzate dalla consigliera - . Personalmente ero fermo alla notizia, datata l’anno scorso, secondo cui la città di Cuneo era pronta all’attività scolastica in presenza per gli ordini scolastici di competenza. Mi auguro l’assessore confermi”.

Credo quest’anno non sia nemmeno più ipotizzabile la soluzione della scuola a distanza – ha aggiunto ancora Ugo Sturlese - . Due categorie soprattutto hanno pagato le conseguenze del Covid-19: gli anziani, con l’alta mortalità, e i giovani, con disagi grandi a livello psicologico e didattico. Deve essere obiettivo comune quello di mantenere la scuola in presenza”.

La risposta all’assessore Franca Giordano, che conferma il riferimento di Lauria: “Nella scorsa estate avevamo realizzato interventi murari negli edifici per rispondere alle esigenze di protezione sanitaria e di aumentato gli spazi – ha detto – e stiamo completando ora altre manutenzioni ordinarie, secondo le priorità definite dagli uffici e dai dirigenti. Tutti i locali scolastici sono ormai conformi alle necessità: sono stati chiesti gazebo per favorire la didattica outdoor, che stiamo cercando di fornire, e metteremo di nuovo a disposizione gli spazi verdi e all’aperto della città”.

"La ripresa è monitorata con grande attenzione dall’amministrazione, con gli assessorati che lavorano insieme per garantirne le condizioni necessarie – ha concluso Giordano - . Per le scuole superiori di secondo grado abbiamo favorito l’incontro tra Consorzio Grandabus e istituti scolastici in merito all’argomento dei trasporti, attività che proseguirà poi a scuola iniziata adeguando orari e percorsi; stiamo inoltre monitorando la situazione dei nostri cinque istituti comprensivi, adeguando le istanze dei dirigenti alle disponibilità del servizio vero e proprio”.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium