/ Attualità

Attualità | 28 luglio 2021, 11:15

In autunno si potranno raccogliere funghi e tartufi senza il “Tesserino”

Il governo Draghi pare intenzionato a togliere questa micro tassa che grava sulle tasche dei cittadini

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Tra le cento tasse che gravano sul bilancio degli italiani, il governo Draghi è pronto a dare una bella sforbiciata e tra  questi balzelli da tagliare, dovrebbe esserci anche la tassa sulla raccolta dei funghi.

Si tratta di uno dei tanti micro-prelievi cumulatesi nel tempo che contribuiscono alla complessità del sistema e vanno eliminati,  soprattutto visto che è stato calcolato che da questi prelievi lo Stato incassa soltanto lo 0,01 per cento del gettito totale.

E a volte il costo di gestione della tassa è superiore all’introito.

Se dalle parole si passerà ai fatti, non ci sarebbe più l’obbligo di avere - e pagare - il famoso “tesserino” per raccogliere i funghi.

Oltre a questa micro tassa, il governo Draghi pare intenzionato anche a togliere l’imposta regionale sulla benzina, i diritti di archivi notarili, la tassa sulla patente e la ritenuta sulla liquidazione.

NaMur

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium