/ Attualità

Attualità | 29 luglio 2021, 14:01

"Grazielle in fuga" da Roccaforte Mondovì a Prea

La corsa non competitiva dedicata alle bici monomarcia ha coinvolto un'ottantina di partecipanti, provenienti da diversi comuni della Granda

"Grazielle in fuga" Ph_Aurora Lanza

"Grazielle in fuga" Ph_Aurora Lanza

E' stata un successo di pubblico la prima edizione di "Grazielle in Fuga", la corsa non competitiva dedicata alle bici monomarcia, organizzata dalla Consulta Giovanile di Roccaforte Mondovì e dal Circolo Amici di Prea.

Circa 85 i partecipanti alla corsa, provenienti da diversi comuni della Granda, parola d'ordine: divertirsi.

"Questa prima edizione ha avuto un riscontro inaspettato" - commenta Daniele Bottero a nome della Consulta Giovanile"Abbiamo avuto adesioni anche da persone provenienti da fuori Roccaforte e di tutte le età. Un momento di ripartenza e un'occasione per trascorrere una domenica in famiglia, certamente ci sono i presupposti per portare avanti l'evento anche in futuro".

La carovana è partita dal pala Ellero domenica 25 luglio e, attraversando le vie del paese, ha raggiunto Prea, con tappa per un lauto pranzo, cui è seguita una premiazione goliardica.

"L'idea è nata a inizio di giugno con un messaggio e una birra" - racconta Gianmarco Allegro del Circolo Amici di Prea - "dopo aver sentito la proposta sono rimasto entusiasta dell'idea cosi abbiamo parlato con i rispettivi componenti dei gruppi abbiamo dato il via libera all'organizzazione. Doveva essere una giornata di festa e spensieratezza dopo mesi di restrizioni e così è stato. Ringrazio i ragazzi della Consulta che sono un fantastico pozzo di idee e sono sempre presenti, gli Alpini di Roccaforte, il Comune e tutti coloro che in qualche modo hanno reso possibile questa manifestazione. Vedere il sorriso sui volti delle persone è stato il risultato più grande".

I VINCITORI

Premio "Graziella più in fuga" ad Alessandro Ponzo e amici: una Graziella da modificare e riportare come trofeo il prossimo anno, per avere interpretato al meglio il tema dell’evento;

Premio "datti una calmata" a Matteo Blangero: la coppa e la camomilla per il primo a tagliare il traguardo;

Premio "Ciclista Più in erba" a Francesco Boglio: un barattolo con le caramelle per il ciclista più giovane ;

Premio "Ciclista con più esperienza" a Pietro Angelo Baracco: un barattolo con pastina per il corridore più anziano;

Premio "Date n’and" a Sara Rovere e famiglia: una pianta di peperoncino per l’ultima posizione;

Premio "Standard" a Giorgia Chionetti: stelline e oggetti vari per modificare la bici troppo normale. 

Premio 7 camicie a Lorenzo Mamino, una borraccia per la fatica fatta a usare un tandem da solo

 

Gli organizzatori ringraziano tutti i volontari, le associazioni, i commercianti e tutti gli enti che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione.

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium