/ Politica

Politica | 29 luglio 2021, 10:17

Gianna Gancia: “Favorevole a vaccino e green pass”

L’europarlamentare cuneese della Lega, ancora una volta, assume una posizione controcorrente rispetto al partito, al cui interno, sulla questione si registrano le posizioni più disparate

Gianna Gancia e Matteo Salvini si incontrano in aeroporto

Gianna Gancia e Matteo Salvini si incontrano in aeroporto

“Ho voluto concedermi qualche giorno di riflessione ed evitare di prendere parte alle polemiche di questi giorni su obbligo vaccinale e green pass, ma è giunto il momento per me di dirvi quel che penso. Sono dell'idea che il nostro Paese si trovi in una congiuntura cruciale: o ripiombiamo nell'incertezza, o progettiamo il futuro. Per evitare il primo scenario e abbracciarne il secondo, noi politici dobbiamo cessare ogni tipo di strumentalizzazione. Questo passa da un'ecologia dei nostri comportamenti e delle nostre parole: basta con le mezze parole, con le doppie verità, con lo strizzare l'occhio a questa o quella categoria per qualche consenso in più. Noi tutti dobbiamo veicolare un messaggio chiaro, pur con posizioni e sfumature differenti: il vaccino è l'unico mezzo per tornare alla normalità, per riappropriarci della nostra libertà che è veramente tale solo se responsabile nei confronti della comunità in cui si vive. In questa battaglia di civiltà, io sto con il Presidente Draghi”.

Con queste parole - affidate ai social -, ancora una volta controcorrente, Gianna Gancia, eurodeputata cuneese della Lega, prende posizione a favore di una questione che nel partito registra posizioni tra loro anche nettamente discordanti.

C’è infatti chi scende in piazza a fianco dei no vax, come il deputato Claudio Borghi, e chi, come il segretario Matteo Salvini, mantiene una posizione altalenante, accarezzando la protesta della piazza pur dichiarandosi leale sostenitore del governo Draghi.

Domenica in un’intervista al CorSera, Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e marito di Gianna Gancia, era intervenuto anch’egli sul tema vaccini esprimendo la sua posizione nettamente favorevole.

Nella Lega, dicevamo, le posizioni, restano le più svariate, anche se un recente sondaggio di Alessandra Ghisleri dice che oltre il 60% degli elettori leghisti è a favore del green pass.

Curioso annotare, tra l’altro, il fatto che la Ghisleri su La7 ha osservato che “anche all'interno del Carroccio c'è chi, come i presidenti del Friuli Massimiliano Fedriga e del Piemonte Albero Cirio (???), è a favore di queste misure”.

Cirio, dunque, per la sondaggista preferita da Silvio Berlusconi viene arruolato d’ufficio nelle fila della Lega.

Una gaffe? Oppure la Ghisleri sa qualcosa che a Cuneo e Torino ancora non si sa?


 

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium