/ Attualità

Attualità | 30 luglio 2021, 10:41

Sport, le delegazioni CONI portano in Regione le istanze del comparto sportivo

A presenziare all'incontro anche Gianluca Albonico - presidente CSR e FIN Piemonte e Valle d'Aosta - , che ha richiesto la creazione di un tavolo operativo con l'organo regionale

Foto generica

Foto generica

Ha richiesto la creazione di un tavolo operativo con la Regione Piemonte che affronti le criticità del comparto sportivo a seguito dell'emergenza Covid Gianluca Albonico - presidente CSR e FIN Piemonte e Valle d'Aosta - , durante l'audizione alla VI commissione consiliare regionale tenutasi negli scorsi giorni. Presenti anche, come delegazioni CONI, FIGC, FIJLKAM e FISI.

Proprio come aveva già fatto con l'amministrazione comunale di Cuneo, Albonico ha prospettato chiusure imminenti e perdita di patrimonio pubblico per il settore sportivo, se non si corre ai ripari in qualche modo. In sede di commissione il presidente aveva sottolineato come le piscine siano state chiuse per 300 giorni in un lasso di tempo di 15 mesi e, nel caso dello Stadio del Nuoto di Cuneo, si sia sperimentato - pur nei periodi di apertura - un forte calo nella fruizione (dal 47% al 55%).

Il nostro piano finanziario ha retto perché abbiamo sempre lavorato, in passato, con numeri alti – aveva aggiunto Albonico in sede di commissione, parlando proprio dello Stadio del Nuoto - . Che oggi, però, siamo costretti a rivedere. Non ci hanno aiutato nemmeno gli atteggiamenti del CTS e del governo, almeno inizialmente, che hanno descritto le piscine come luoghi di grande pericolosità e preoccupazione a fronte di studi internazionali che non la raccontano allo stesso modo”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium