/ Economia

Economia | 31 luglio 2021, 07:00

Vacanze all'estero: l'importanza dell'assicurazione sanitaria viaggi

Quando si viaggia all'estero, avere un'assicurazione sanitaria diventa molto importante, in quanto può rendersi necessaria un’assistenza medica a pagamento.

Vacanze all'estero: l'importanza dell'assicurazione sanitaria viaggi

Quando si viaggia all'estero, avere un’assicurazione sanitaria diventa molto importante, in quanto può rendersi necessaria un’assistenza medica a pagamento. 

Disporre di una polizza affidabile garantisce quindi ai turisti di godersi la propria vacanza in tutta tranquillità, senza pensare a come dover fronteggiare eventuali problemi sia economici che logistici. Può infatti emergere la necessità di avere un interprete sul posto che possa fare da tramite tra medico e paziente: un’esigenza di cui le compagnie assicurative sono consapevoli e che mettono per questo tra i servizi a disposizione dell’assicurato.

Molti paesi possiedono una sanità privata che spesso può rivelarsi molto cara. Un esempio in tal senso sono sicuramente gli Stati Uniti, ma non sono gli unici, infatti anche in Giappone, Thailandia, Turchia e Canada le cure mediche possono rivelarsi particolarmente esose.

Per questo, nel momento in cui si decide di recarsi in un paese straniero è importante disporre di un’Assicurazione Sanitaria Viaggi che consenta di avere una copertura il più possibile completa, in modo da essere tutelati qualora subentrassero delle problematiche di salute che richiedano controlli specifici o ricovero ospedaliero.

Che cos’è e a cosa serve l’assicurazione medica

Quando si viaggia le incognite possono essere molteplici e una di queste riguarda chi contattare e come farlo nel momento in cui sopraggiunge un'emergenza medica.

L'assicurazione sanitaria permette al contraente di essere assistito immediatamente, occupandosi del rimborso spese. Esistono ovviamente diversi pacchetti che includono un'ampia selezione di infortuni e permettono di risarcire in tutto o in parte le spese mediche.

Il Ministero della Salute mette a disposizione sul proprio sito ufficiale una guida che spiega cosa fare quando ci si reca in un determinato luogo, specificando anche quando è consigliato sottoscrivere un’assicurazione viaggi. Ci sono, inoltre, molti paesi che vincolano il visto di ingresso alla sottoscrizione della polizza, accertandosi che comprenda anche il rimpatrio della persona in Italia.

Assicurazione sanitaria viaggi: quali servizi offre

Come anticipato, l'assicurazione medica in viaggio viene stipulata perché è responsabile del rimborso delle le spese mediche.

Questa opzione è particolarmente indicata nel momento in cui ci si reca in un paese extraeuropeo, dove sottoporsi a un’operazione – in assenza di assicurazione – risulterebbe non solo molto dispendioso ma anche complicato. Ci sono infatti molti luoghi che propongono costi elevati per gli interventi, che risulterebbero interamente a carico del turista senza un’adeguata copertura.

Gli istituti assicurativi, oltre al rimborso delle spese mediche, mettono a disposizione un servizio di assistenza che comprende un medico italiano che offre una prima assistenza attraverso un consulto diagnostico telefonico, in modo da consigliare il cliente su come muoversi e cosa fare. Un ulteriore servizio riguarda la protezione del viaggio di ritorno qualora ci fossero ritardi legati appunto a un'emergenza sanitaria.

Un altro vantaggio che compagnie di riferimento offrono, è quello di poter acquistare la polizza direttamente online anche lo stesso giorno della partenza ed essere coperti immediatamente. Spesso non si pensa agli imprevisti e proprio per questo è importante sottoscrivere un'assicurazione che si occupi di ogni possibile problema e che studi la giusta copertura per ogni evenienza.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium