/ Attualità

Attualità | 02 agosto 2021, 17:11

Michele Falletti è il Garante dell’Osservatorio per le barriere architettoniche: “Insieme lavoreremo per rendere la città più accessibile”

Presidente Adelaide Gullino, vice presidente Enrico Bosio. La Consulta si riunirà nuovamente a settembre

A Savigliano la prima riunione dell’Osservatorio sulle barriere architettoniche. Era presente Michele Falletti, il neo nominato Garante che si dovrà interfacciare sia con i cittadini e sia con l’assessore di competenza, Edilio Camera. 

Classe 1987, impiegato alla Coldiretti nella sede di Savigliano, precedentemente ha fatto parte dell’Osservatorio per le barriere architettoniche di Fossano, ma quello di Garante per la neo nata Consulta è il suo primo ruolo istituzionale. 

“Credo sia fondamentale una figura come la mia, che può indicare quali sono i punti critici in città, vivendo quotidianamente le difficoltà nella deambulazione - spiega Falletti -. A Fossano negli ultimi venti anni abbiamo fatto molto per rendere la città più accessibile per tutti, penso si possa fare altrettanto su Savigliano. Abbattere le barriere significa creare progresso sociale per tutti e creare nuove opportunità sociali e relazionali per noi disabili cioè inclusione. Sono davvero entusiasta di questo ruolo, ringrazio l’Amministrazione, il Consiglio comunale e le associazioni che mi hanno proposto questo incarico. Abbiamo già iniziato a mettere giù le prime idee, ora aspettiamo la fine dell’estate per riunirci di nuovo”. 

Il nuovo Garante avrà una mail a cui i cittadini potranno fare riferimento per segnalazioni, suggerimenti e prendere appuntamenti (michele.falletti1987@gmail.com)

Eletta anche la presidente dell’Osservatorio, Adelaide Gullino, rappresentante Anfass, e il vice presidente, l’architetto Enrico Bosio, rappresentante A.S.Ha.S. 

“L’obiettivo principale - spiega Gullino - è lavorare per rendere la città accessibile a tutte le Persone, a tutte le età, nell’ottica di una reale inclusione sociale e partecipazione alla vita cittadina. Chi fa parte dell’Osservatorio ha, a vario titolo, esperienza nell’ambito della disabilità e questo getta le basi per poter già lavorare concretamente in sinergia con l’Amministrazione, l’Assessorato competente ed i tecnici comunali”.  

"È un importante punto di partenza - aggiunge Bosio - per affrontare una tematica molto sentita dalla nostra associazione che fin dalla sua nascita, ormai 40 anni fa, ha cercato con incontri, convegni e manifestazioni di sensibilizzare la comunità sulle barriere architettoniche"

Tra i primi interventi indicati nella riunione della Consulta, le modifiche sulle lastre di corso Roma. 

A settembre, la prossima riunione del nuovo Osservatorio. 

 

Chiara Gallo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium