/ Economia

Economia | 02 agosto 2021, 09:30

Perchè scegliere le pentole in terracotta per la cucina piemontese

Questa particolare tipologia di pentola si distingue per un aspetto chic e autentico, che si presta benissimo alle ricette tradizionali ma anche a quelle più semplici come: zuppe, legumi e cous cous

Perchè scegliere le pentole in terracotta per la cucina piemontese

Il fascino delle tradizioni si manifesta non solo negli usi e costumi di un popolo ma anche dalle pietanze che ogni regione riesce a fornire alla cultura popolare. Nell'evoluzione della cucina uno degli strumenti più utilizzati è sicuramente la pentola in terracotta, garanzia di cotture uniformi e dall'ottima anti aderenza per cibi e cotture in forno. Nelle prossime righe esamineremo il perché scegliere le pentole in terracotta per la cucina piemontese.

Le caratteristiche di una pentola in terracotta

Questa particolare tipologia di pentola si distingue per un aspetto chic e autentico, che si presta benissimo alle ricette tradizionali ma anche a quelle più semplici come: zuppe, legumi e cous cous. Tra le peculiarità di una padella in terracotta figura la sua capacità di garantire una cottura omogenea, grazie all'uniformità di calore che si diffonde su tutta la superficie, preservando il sapore delle pietanze più particolari.

Grazie a una pentola di questo materiale è possibile conservare il calore anche lontano dal fuoco e se tenute bene possono durare tantissimi anni.

I cuochi di tutto il mondo adorano questo materiale per la capacità di cuocere lentamente e permettere agli alimenti di avere una consistenza morbida e valorizzare il sapore dei condimenti. Risulta quindi la pentola ideale per cucinare tutti quei prodotti tradizionali delle terre piemontesi. Vediamo più nel dettaglio qual è la tipica pentola in terracotta più conosciuta e utilizzata per le pietanze piemontesi.

La tipica pentola di terracotta piemontese: Tofeja

Non tutti sono a conoscenza del fatto che esista una pentola in terracotta particolarmente amata in Piemonte, che garantisce una cottura perfetta di diverse ricette locali. Grazie alla forma particolare e al rivestimento pregiato è possibile cuocere le ricette più celebri di questa regione ed esaltarne gli aromi e i profumi. Nello specifico la pentola in terracotta per cucinare piemontese è la Tofeja, dalla forma panciuta e con ben quattro manici e un coperchio per permettere la chiusura dell'imboccatura, molto più stretta della circonferenza della pancia. Sul sito internet Spadellami.it è possibile acquistare diverse tipologie di pentole, soprattutto in terracotta.

Cosa è la Tofeja

Indagando più nel profondo di questa particolare pentola iconica nella cucina piemontese ci si imbatte nelle sue origini. Il nome è dovuto alla pietanza che viene preparata al suo interno, la quale veniva storicamente cotta appoggiando la pentola sulle braci. La tipica cottura lenta insaporisce le verdure o la carne rendendole molto più tenere e profumate. Il punto di forza risiede nella forma conica che permette ai vapori di condensarsi e ritornare all'interno della Tofeja per non disperdere il sapore.

Tale condizione consente di inserire pochi condimenti e di sfruttare tutte le proprietà della cucina a vapore.

I consigli per utilizzarla al meglio

La Tofeja permette una cottura molto lenta ed è quindi necessario assicurarsi che gli ingredienti siano alla giusta umidità. Affinché ciò possa accadere è consigliato aggiungere una tazza di acqua prima di posizionare la pentola sul fuoco e disporre al centro della pentola gli ingredienti che necessitano di una cottura più lunga. Il fuoco lento e la terracotta con lo scorrere dei minuti si espanderanno uniformemente su tutta la superficie.

I piatti più buoni con la Tofeja

Nel panorama culinario in cui questa particolare pentola dà il meglio di sé, vi sono diverse ricette. Nello specifico le preferite dagli chef sono il Kefla, cioè della carne tritata di manzo o agnello, al cui interno vi sono spezie e cipolla; ma anche il Mrouzia, un piatto a base di carne molto amato. Spicca su tutti però il Mqualli, a base prevalentemente di pollo, olive e limone.

Affidarsi ai professionisti

La bellezza e le qualità oggettive di una pentola in terracotta danno modo di volerla sperimentare per i propri piatti, siano questi ultimi piemontesi o di altra natura. Affinché si possano ottenere dei risultati di qualità, non è necessario possedere una pentola Tofeja ma vi sono tantissimi modelli su cui puntare. Condizione necessaria per ottenere il massimo risultato risiede però nella qualità delle pentole, purtroppo nei tradizionali negozi fisici non sempre si può acquistare la pentola desiderata ed è opportuno affidarsi a negozi online come Spadellami.it che da anni si impegna nella vendita di pentole di altissimo livello, costruite per garantire le massime prestazioni ai cuochi di tutta Italia. Qui si possono trovare le informazioni sulle differenze tra le diverse pentole, i materiali e consigli per un corretto utilizzo.

Conclusioni

La cucina piemontese può essere valorizzata grazie alle caratteristiche di una pentola in terracotta, l'emblema per eccellenza di questa terra è sicuramente la pentola Tofeja, ma tantissime alternative dello stesso materiale possono garantire un'ottima qualità del risultato finale. Molto importante però è acquistare la pentola giusta per la pietanza che si andrà a cucinare.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium