/ Attualità

Attualità | 03 agosto 2021, 14:09

“Vogliamo lavorare e sposarci”: la storia d'amore di Bea e Lorenzo (VIDEO)

I due ragazzi fanno parte del “Centro Down” di Cuneo. Proprio dalle famiglie che compongono l'associazione è nato il progetto “@MICI, @MANTI e…: istruzioni per l’uso”, per dare vita a un intervento di educazione all’affettività. In corso una raccolta fondi online

Lorenzo Colombo e Beatrice Ferrero sono fidanzati da 2 anni

Lorenzo Colombo e Beatrice Ferrero sono fidanzati da 2 anni


Bea ha 18 anni e vive a Savigliano. Lorenzo ha 17 anni e vive a Ormea.

Sono fidanzati da 2 anni e, vista la lontananza, si sentono tutti i giorni al telefono.

Si sono conosciuti 3 anni fa a Fossano ed è stato Lorenzo a fare la prima mossa.

Una storia d'amore come tante. I due ragazzi sono nati con la sindrome di Down e, senza l'appoggio delle rispettive famiglie, non potrebbero vivere con spensieratezza questo rapporto.


Il primo appuntamento a Ormea un anno fa: pizza, gelato e poi una passeggiata culminata in un bacio. Ma anche la visita ai nonni di Lorenzo a cui Bea è piaciuta tantissimo.

Qualche difetto ce l'hanno anche loro... “Lorenzo è geloso e non vuole che guardo la serie tv 'Violetta' che è la mia preferita – racconta Bea -. A volte sono talmente presa che mi dimentico di chiamarlo e lui si arrabbia”.

Alla domanda su cosa sia per loro l'amore, hanno le idee chiare e rispondono all'unisono: “L'amore è stare insieme ed essere una famiglia. Vogliamo lavorare e sposarci”.

Come detto, hanno il sostegno delle loro famiglie. Bea, che è molto affettuosa, abbraccia con orgoglio “suo suocero Marino”. E lo stesso fa Lorenzo con l'amata “suocera Bruna”.

“I nostri ragazzi hanno gli stessi sentimenti che abbiamo noi – racconta papà Marino -. Il problema per loro è potersi frequentare ed esprimere. Ho capito che Lorenzo si era innamorato perché parlava tutti i giorni di Bea”.

Mamma Bruna sorride: “Quando Bea mi ha parlato di Lorenzo ho capito che anche per lei era arrivato il momento del primo amore. Come famiglie ci siamo trovati ed abbiamo deciso di accompagnarli con serenità, facendoli incontrare anche al di fuori dell'associazione. Perché privarli di qualcosa che è fondamentale nella vita, come l'amore?”

Bea e Lorenzo fanno parte del “Centro Down” di Cuneo. Proprio dalle famiglie che compongono l'associazione è nato il progetto “@MICI, @MANTI  e…: istruzioni per l’uso”, per dare vita a un intervento di educazione all’affettività.

Esperti guideranno i ragazzi e i loro genitori in 11 incontri in cui si parlerà di emozioni, diritti, corpo femminile e maschile, differenza tra amore e amicizia, corteggiamento, fare l’amore, la coppia e la vita insieme. Gli incontri si aggiungeranno ai tradizionali laboratori di autonomia, ed avranno cadenza mensile, a partire dall'autunno (Covid permettendo).

I ragazzi che parteciperanno sono 42: 16 adolescenti (nella fascia 11/18 anni) e 26 adulti.

Il progetto “@MICI, @MANTI  e…: istruzioni per l’uso” è stato selezionato dalla Fondazione Crc che raddoppierà la quota raccolta inizialmente attraverso una campagna di Crowdfunding, ovvero di raccolta fondi online attraverso "La Rete del Dono".

Cosa aspettate a donare? Bea e Lorenzo, così come altre coppie di ragazzi, hanno bisogno del vostro aiuto!

Per donare cliccare QUI

mazzariello - caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium