/ Eventi

Eventi | 03 agosto 2021, 14:19

Incontri a Dronero tra Spirito e Materia

Sabato 7 agosto alle 11 al Convitto San Giuseppe, incontro con Frans Ferzini e passeggiata. Un dialogo sulle Fedi diverse a Dronero e in Valle Maira nel Cinquecento e sulle tecniche e le conoscenze sapienziali dei Maestri scultori medievali

Incontri a Dronero tra Spirito e Materia

Continuano gli “Incontri a Dronero tra Spirito e Materia”. Dopo l'appuntamento di sabato 31 luglio, sabato 7 agosto si terrà il secondo incontro con lo scalpellino-lapicida comacino Frans Ferzini e la passeggiata alla chiesa parrocchiale dei SS. Andrea e Ponzio. Introduce e modera Enrico Perotto, vicepresidente dell’APS MAGRANA

Il programma della giornata:

Ore 11, Convitto San Giuseppe, Via Roma - Dronero:

  • Dopo il primo intervento di sabato 31 luglio scorso, in cui Frans Ferzini ha trattato: “Dalla Torre di Babele alla Gerusalemme Celeste: 1. Dalla materia alla forma. Antica e tradizionale tecnologia della pietra”, l’autore presenterà ora la seconda parte così intitolata: “Dalla Torre di Babele alla Gerusalemme Celeste: 2. Le Antiche Maestranze”


  • A seguire, passeggiata alla Parrocchiale dei SS. Andrea e Ponzio di Dronero, con illustrazione da parte di Frans Ferzini della facciata medievale


Nel primo incontro, propedeutico al secondo, Frans Ferzini ha proposto un excursus storico sui mestieri che nel Medioevo, da Oriente a Occidente, erano collegati alla lavorazione delle pietre, partendo dalla cava e porta all’opera finita come una continuità operativa. Nel percorso sono stati citati eventi e/o personaggi di riferimento e ci si è soffermati sull’organizzazione del cantiere. Sono state proiettate e si proietteranno diverse diapositive con immagini di cave e cavatori, scalpellini, esempi stilistici, attrezzi antichi, simbologie, illustrazioni medievali di cantiere, citando personaggi importanti, ma sconosciuti tra i più, come Ursus Magester e Guglielmo da Volpiano.

Nel secondo incontro, Ferzini parlerà principalmente delle confraternite di mestiere, degli eventi, dei simboli e del credo che accompagna il lavoro degli scalpellini medievali. Verrà trattato, in particolare, il periodo altomedievale, spiegando come nell’Occidente si sia deciso tutto nel V secolo circa e come le conferme caratteriali dei metodi e degli stili di lavorazione si siano affermate tra il VII e il X sec.

Lo scalpellino-lapicida comacino Frans Ferzini vive e lavora a Torino. Originario del dominio Mathildico della Valle dei Cavalieri (Pr), nel 1980 si è diplomato in Scultura presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino sotto la docenza di Sandro Cherchi, vincendo il Premio Uberti. In seguito, si è specializzato nel settore lapideo ottenendo l’attestato al corso di “Taglio e Lavorazione del marmo, delle pietre e delle pietre dure”, tenuto nel quadriennio accademico dallo scultore Pietro Lorenzoni. Negli anni 1980-81 ha lavorato saltuariamente presso la cava dei Canaloni (Carrara) e di La Cappella (Seravezza) come riquadratore a mano di blocchi a taglio speciale di marmo Bianco Statuario e Bardiglio. È stato Professore di Scultura e Anatomia fino al 1995 e ha partecipato a diverse mostre collettive e personali in Italia e all’estero. Attualmente opera come scalpellino per la lavorazione manuale dei marmi, graniti e pietre, nell’incisione epigrafica monumentale e decorativa, eseguita a mano, su lapidi funerarie ed ecclesiastiche, nel restauro dei marmi antichi e rifacimento degli arredi marmorei, in modo itinerante secondo la più concreta tradizione dei Magistri Commacini. È stato membro dell’organizzazione “Men of the Stones” di Stamford (Inghilterra). Fa parte del comitato direttivo de “L'informatore del marmista” e di “Marmor” della Zusi Editore di Verona. A Torino è scalpellino presso il Santuario Nostra Signora della Salute e presso la Sacra di San Michele. È membro dell’EASMS (European Association of Stone Masons and Scultptors).

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium