/ Eventi

Eventi | 03 agosto 2021, 13:06

Mondovì presenta la "Mostra dell’Artigianato Artistico"

Dal 12 al 16 agosto, la 53esima edizione

Mondovì presenta la "Mostra dell’Artigianato Artistico"

Il salotto barocco del quartiere ‘alto’ del capoluogo del Monregalese si prepara ad accogliere l’evento clou dell’estate: dal 12 al 16 agosto 2021, infatti, Mondovì Piazza ospiterà la 53esima edizione della Mostra dell’Artigianato Artistico. Il direttivo dell’Associazione “La Funicolare” presenta l’invito per una manifestazione ormai simbolo dell’intero territorio, capace di catalizzare l’attenzione dei media e dei numerosi turisti presenti nelle vallate cuneesi per le classiche ferie d’agosto.
«Nel 2020 la nostra Mostra dell’Artigianato Artistico è divenuta simbolo di resilienza per tutti gli eventi del Monregalese, oggi, nonostante le ancora numerose difficoltà, vogliamo parlare di rinascita – dichiara Mattia Germone, presidente de ‘La Funicolare’ –. Non possiamo e non dobbiamo arrenderci dinnanzi ad una pandemia che sta profondamente cambiando le nostre abitudini, porteremo avanti la tradizione della Mostra riaffermando la capacità di adattarci nel pieno rispetto delle normative in ambito di sicurezza sanitaria. Un sacrificio collettivo che verrà di certo apprezzato dai numerosi visitatori e dagli artigiani».
Giovedì 12 agosto, alle ore 17.30, la Mostra dell’Artigianato Artistico verrà ufficialmente inaugurata: la macchina organizzativa ha potuto compiere il difficile percorso solo grazie ai contributi del Comune di Mondovì, della Fondazione CRC, della Fondazione CRT, della Confartigianato Cuneo e della Camera di Commercio di Cuneo. Al centro della Mostra, come sempre, artigiani ed artisti provenienti da tutta Italia, pronti a stupire con le loro creazioni e le loro avvincenti storie. Ben oltre la metà degli espositori proviene da località al di fuori della nostra provincia: un’offerta diversificata che si affianca e completa quella proposta dalle eccellenze artigiane del nostro territorio. Un vero e proprio percorso alla scoperta di opere peculiari e fortemente innovative, un circuito ad anello di sola andata, in tutta sicurezza che partirà da via Francesco Gallo verso i magnifici giardini del Belvedere per ritornare in via Francesco Gallo attraverso via Vitozzi. Un affascinante allestimento a terra guiderà i partecipanti alla visita degli artigiani e delle tante iniziative collaterali che verranno annunciate di volta in volta grazie alla filodiffusione e ai punti info allestiti nei luoghi strategici del percorso.
 
Tante le ‘Mostre nella Mostra’ organizzate nei palazzi storici di Mondovì Piazza. Dalla collaborazione con “Illustrada - libri per ragazzi scritti e disegnati” nasce la mostra allestita nei meravigliosi locali dell’ex Tribunale di Mondovì. Negli austeri saloni dell’atrio, troveranno collocazione le illustrazioni di Giulia Pastorino, mentre all’ingresso verrà allestito il “Salotto del libro”, una sezione interamente dedicata ad albi illustrati e libri per ragazzi. La Chiesa della Missione ospiterà “Dedicato a Lele Luzzati 1921-2021”, gli illustratori vincitori del Premio Emanuele Luzzati del Premio ‘Il gigante delle Langhe’, a cura di Itur e Illustrada. Ricco il panorama di iniziative per quanto riguarda l’Antico Palazzo di Città: al piano terra la collezione privata “Bastoni da passeggio, utilità e prestigio”, esposizione rinnovata e ampliata proposta in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Mondovì. Al primo piano “Resta guerriera”, sculture in raku di Persea, “A volte nuvola sei”, sculture in raku di Gioele Perano, e “Benvenuti nel mio mondo”, sculture in ceramica di Manuela Incorvaia. Troveranno spazio nella maestosa piazza Maggiore: “Medea sculture”, opere in marmo e legno a cura di Melchiorre Giovanni, “Stampe artistiche e tipografiche”, esposizione e dimostrazioni a cura di Danilo Mondino e “Campane in piazza” a cura dell’ECAT, orologi e campane Mondovì. Sotto i portici soprani, al ‘civico n.7’, “Sapore di vintage, l’usato che fa storia”, esposizione e raccolta fondi a cura di Lidia Maffiodo e Colomba Ferraris. Presso il palazzo Fauzone di Germagnano, nei localo del Museo della Ceramica, proseguono “Mirabile industria: la Società Ceramica Richard-Ginori dal 1896 al 1972” e “Fragilità resistente. Anselm Kiefer dalla collezione Terrae Motus di Caserta”. I rinnovati saloni del Circolo Sociale di Lettura, in via Gallo, ospiteranno “Una vita nel pallone”, ricordi e testimonianze di un grande maestro del giornalismo, Piero Dardanello, e “Le porcellane di Vanna Pizzo”, a cura del Circolo di Lettura. La Sala Pugnani, all’interno dell’Academia Montis Regalis, accoglierà “Incontri, divisioni, armonie”, sculture e digigrafie di Veronique Massenet, a cura de La Meridiana Tempo. In via Vitozzi, nelle sale del palazzo Società Studi Storici, “L’attimo fuggente – tra poesia e realtà”, acquerelli di Egidio Longo, a cura del Centro Studi Monregalesi in collaborazione con l’Associazione culturale “Gli Spigolatori” e l’Associazione italiana di cultura classica – delegazione di Cuneo. In sala Ghislieri “Arte, fede e libertà”, a cura di Atrium Officina di Luca Alessio e, ai giardini del Belvedere, presso il cortile della biblioteca, “Etharts”, installazioni e sculture di Francesco Segreti e Marzia Barabin.
 
Ampio spazio a laboratori che coinvolgeranno adulti e bambini: dalla pittura su ceramica (Besio 1842) all’arte sartoriale (Spazio Telamundi), sino alla lavorazione del legno per la creazione di giocattoli ed opere (Atrium Officina). Cultura a 360° grazie alle presentazioni di libri in programma presso la Sala Ghislieri: "Giardino incantato" di Carlo Grande (Terrasanta Edizioni); "Onore all’antiquario" di Stefano Sicardi (Araba Fenice Editore); “Le Masche Tra Noi” di Franca Acquarone e Bruno Vallepiano (Fusta Editore); “Innocenza Del Lupo” di Nicola Duberti (Pentagora Edizioni). Particolare attenzione per la serata di giovedì 12 agosto, quando le grandi penne del giornalismo italiano si daranno appuntamento per celebrare il Maestro, Piero Dardanello. A vent’anni dalla scomparsa, amici e colleghi ne rinnovano l’insegnamento grazie al libro “Il mondo di Piero” curato da Roberto Beccantini e Fabio Monti, opera presentata con il contributo di Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport. Un viaggio tra le lezioni e le ‘sfuriate’ dell’illustre giornalista monregalese, celebrato anche dalla mostra “Una vita nel pallone” allestita presso il Salone del Circolo Sociale di Lettura, impreziosita dalle opere di Danilo Paparelli. L’Associazione culturale ‘Piero Dardanello’, organizzatrice dell’evento, preannuncia un ospite eccezionale, cui verrà attribuito il premio ‘Piero Gasco’, in collaborazione con la famiglia ed il Rotary Club di Mondovì.
 
Continua la collaborazione con la Scuola di Circo Macramè, grazie alla quale si allestiranno due spettacoli serali sul palco di piazza maggiore: venerdì 13 agosto celebrazione del teatro di strada con “The Squasciò”, sabato 14 agosto in scena gli artisti di strada di “Circondata”Sabato 14 e domenica 15 agosto, doppia ribalta per la nona edizione del Campionato Italiano di Bocce Quadre, organizzato dall’associazione Bocce Quadre di Mondovì. Una ‘due giorni’ di sfide alla ricerca dei campioni tricolori di una specialità che unisce agonismo e folclore, impreziosita dall’elezione di ‘Miss Bocce Quadre’. Nel rione di Piazza sarà inoltre possibile effettuare visite guidate notturne per scoprire veri e propri tesori, tra cui spicca la Chiesa della Missione con un’esperienza del tutto unica: “Un volo verso l’infinito”, percorso multimediale e immersivo tra architetture, storie e personaggi nel cuore di un gioiello del barocco italiano.
 
Tra le consuetudini, torna il piatto della Mostra, testimonianza che riflette e ricorda il passato di Mondovì quale polo ceramico più importante della provincia e del basso Piemonte, per l’edizione 2021 è stato disegnato e proposto da Silvana Prucca dell’associazione “Ceramica vecchia Mondovì”, importante realtà artistica cittadina. Una collaborazione che conferma la volontà de “La Funicolare” nel creare nuove e importanti sinergie con le associazioni del territorio per affrontare al meglio gli strascichi della pandemia. Il piatto è dedicato all’eclettico artista monregalese Corrado Ambrogio, recentemente scomparso. La sintesi della sua arte: “Non marmi di Carrara o bronzi di fonderie d’arte, ma ferri da rigattiere o dimenticati ceppi di segheria. Per far riafforare una vita che già è”.
 
Tutti i giorni, durante l’evento sarà aperta in Belvedere, presso il cortile della biblioteca, la “Taverna della Torre”, un eccellente servizio di ristorazione a base di prodotti a chilometro 0 predisposto dai volontari de La Funicolare. Il punto di ristoro sarà aperto a pranzo e cena a servizio di artigiani e visitatori.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium