/ Agricoltura

Agricoltura | 03 agosto 2021, 18:58

Agricoltura, registro telematico cereali, un decreto in risposta a interrogazione Lega

"Ancora in fase di studio la predisposizione del decreto attuativo della legge 178/2020 che istituisce il registro presso il Sian”

Agricoltura, registro telematico cereali, un decreto in risposta a interrogazione Lega

“Coinvolgere le associazioni delle industrie della prima trasformazione e del commercio di cereali e sfarinati nella predisposizione del decreto attuativo della legge 178/2020 che ha introdotto l’obbligo della registrazione nel registro telematico presso il Sian del carico e scarico di cereali e sfarinati a base di cereali”.

Lo avevano chiesto, con l’interrogazione n.3-02250 al Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Stefano Patuanelli, i Senatori della Lega Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega in commissione Agricoltura, Gianpaolo Vallardi, Presidente, Gianfranco Rufa, Rosellina Sbrana e Cristiano Zuliani.

“Tale obbligo – chiedevano i firmatari dell’interrogazione – è un aggravio di oneri per le industrie della trasformazione. Tanto che le associazioni del settore hanno denunciato la difficile applicazione e la scarsa utilità della norma, per aziende e consumatori, in un contesto in cui c’è invece assoluta necessità di maggiore semplificazione”.

Il decreto che verrà disposto dal Ministero stabilirà le modalità di applicazione della legge. “In tale sede – ribadiscono i Senatori della Lega – è indispensabile il massimo coinvolgimento delle associazioni del settore della prima trasformazione e del commercio di cereali e sfarinati, affinché vengano prese in considerazione le proposte avanzate dal settore per una reale semplificazione delle procedure, a vantaggio di aziende e consumatori”.

Nella sua risposta, il Sottosegretario al Mipaaf Battistoni ha comunicato che a giugno si è svolto un incontro con istituzioni e filiere durante il quale “sono pervenuti contributi che l’Amministrazione sta verificando. Il nostro obiettivo è di elaborare una nuova versione del provvedimento da sottoporre ad esame collegiale. Nelle prossime settimane verrà convocata una nuova riunione per stabilire un sistema di monitoraggio che contemperi la necessità di trasparenza, alle esigenze degli interessati ad evitare ulteriori aggravi burocratici”.
“Grazie alla nostra interrogazione la bozza di decreto attuativo è stata rivista anche con un confronto con tutta la filiera cerealicola italiana. Bene la risposta del Ministero, che va nella direzione di quanto richiesto dalla Lega – commentano i firmatari dell’interrogazione -. Continueremo a vigilare affinchè le legittime esigenze del settore vengano tutelate anche in questo ambito”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium