ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Politica

Politica | 06 agosto 2021, 16:18

Cuneo, elezioni 2022: il MoVimento 5 Stelle ha già il suo nome

Sarà un candidato giovane e/o di sesso femminile, secondo quanto confermato dalla consigliera Silvia Maria Cina: "Aperti al dialogo, ma parliamo di programmi, non di alleanze"

Silvia Maria Cina

Silvia Maria Cina

"Abbiamo già individuato un nome da proporre come candidato sindaco, e anche i membri di una squadra, che sta lavorando a un programma partecipato dalla nostra comunità. Sul nome, però, preferiamo lasciare ancora un po’ di attesa".

Risponde così Silvia Maria Cina - consigliera comunale di Cuneo per il MoVimento 5 Stelle assieme a Manuele Isoardi - , alla domanda diretta riguardo all'identità del loro candidato sindaco per le prossime elezioni amministrative 2022. Un candidato che potrebbe essere di sesso femminile o di giovane età - oppure corrispondere a entrambe le descrizioni - , secondo la consigliera: "Credo che chiunque si soffermi a considerare la quantità di donne e di persone di giovane età elette nel MoVimento capisca la forza innovatrice che esso ha portato nella politica, valorizzando queste figure e assegnando loro ruoli apicali. Sono certa che anche a Cuneo la figura individuata risponderà almeno a una delle due caratteristiche".

Alle prossime elezioni la compagine cuneese del MoVimento guarda con l'intenzione di ritagliarsi uno spazio più ampio e solido rispetto al passato: "Ormai è nota a tutti l’importanza e l’attualità dei temi che da sempre sono l’agenda del MoVimento 5 Stelle. E a questi valori abbiamo improntato le nostre azioni politiche, nei nove anni di presenza in consiglio comunale a Cuneo - ha detto Cina - Chiunque ci abbia seguiti ricorderà le nostre proposte per rivoluzionare il modo di pensare corrente, proponendo un modello di sviluppo più consapevole che possa offrire risposte adeguate, ma nel rispetto del nostro ambiente e con cicli produttivi sostenibili. Poiché riteniamo assolutamente insufficienti i provvedimenti presi dalla maggioranza su diverse tematiche, proponiamo nei prossimi anni, il rilancio di quelle ambientale, di giustizia sociale, dei beni comuni e della partecipazione".

Campi su cui si sono spese - e, probabilmente, si spenderanno - anche diverse delle forze di minoranza e di maggioranza. Riguardo alle prime, però, secondo Cina "è prematuro parlare di un lavoro comune in vista dell'appuntamento elettorale", anche se sin dall'elezione in consiglio - ricorda la consigliera - si è impegnata nel tentativo di coinvolgere le donne delle atre forze politiche.

"Stesso discorso vale per le forze di maggioranza - aggiunge - . Non abbiamo esitato, quando l’argomento era condivisibile nel contenuto e in linea con il bene della comunità, ad appoggiare le loro proposte. Purtroppo non abbiamo sempre trovato lo stesso atteggiamento in risposta; anzi, la maggioranza si è spesso appropriata delle nostre migliori idee, ripresentandole identiche e approvandole dopo aver votato contro in precedenza".

Il cuore dello sforzo elettorale in vista del prossimo anno, quindi, per Cina e il MoVimento dovranno essere i programmi più che le eventuali alleanze - in un panorama nazionale che vede, però, i pentastellati appena fuori da acque non del tutto calme - : "Il confronto sui temi, anche quando può apparire acceso, è sintomo di vitalità della nostra democrazia, specie quando, come nel caso del MoVimento, arriva poi a una sintesi - ha concluso Cina - . Le alleanze nazionali sono nate individuando punti di programma su cui si poteva trovare condivisione: anche a Cuneo vorrei che si parlasse di programmi e non, astrattamente, di alleanze".

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium