/ Attualità

Attualità | 10 agosto 2021, 14:06

Niente stand in via Roma e niente somministrazione di cibi e bevande: come la pendemia cambia la Fiera del Marrone 2021

L'assessore alle Manifestazioni Paola Olivero: "Sarà un'edizione diversa, ma abbiamo studiato ogni dettaglio per poterla realizzare, dopo l'annullamento di quella del 2020. E' un segno di normalità"

Niente stand in via Roma e niente somministrazione di cibi e bevande: come la pendemia cambia la Fiera del Marrone 2021

"Da qui ad ottobre non possiamo sapere come evolverà la situazione. La Fiera del Marrone 20121 ci sarà, da mesi stiamo lavorando per renderla possibile con le norme attuali, consapevoli che tutto può succedere". A parlare Paola Olivero, assessore alle Manifestazioni del Comune di Cuneo.

Non sarà una Fiera come le altre. E' già importante poterla fare, dopo che era stata annullata l'edizione 2020. Si svolgerà dal 15 al 17 ottobre.   

Le vigenti misure prevedono gli accessi contingentati e il distanziamento. Via Roma sarà esclusa dal percorso fieristico, in quanto impossibile chiuderla agli accessi. Difficile anche garantire il rispetto delle distanze.

"La Fiera sarà in piazza Galimberti, piazza Virginio e piazza Europa, aree dagli spazi più ampi e organizzabili in percorsi che possano garantire il controllo dei varchi. Molto dipenderà anche da quanti espositori parteciperanno. Saranno comunque in numero inferiore rispetto alle altre edizioni, perché è previsto anche per gli stand un distanziamento maggiore", continua la Olivero.

Sempre per le norme in vigore, non sarà prevista la parte dedicata alla somministrazione di cibi e bevande. Sarà un'edizione, quindi, dedicata solo alla vendita dei prodotti di eccellenza.

Non è chiaro, al momento, se sarà necessario il green pass per accedervi. "Ci adegueremo a quelle che saranno le norme, ovviamente. Quello che accadrà nei prossimi mesi è un'incognita per tutti e condizionerà anche gli eventi, ma noi abbiamo studiato ogni dettaglio per poter realizzare l'edizione 2021 di un evento importantissimo per Cuneo. Fare la Fiera del Marrone è prima di tutto una scelta improntata alla ripartenza, alla fiducia e voglia di tornare alla normalità. Dobbiamo ridare vita alla nostra città, alle nostre piazze, sentiamo tutti forte la necessità di sentirci nuovamente collettività, per valorizzare un territorio che ha molto da dare e da dire" - ha concluso l'assessore Olivero.

L'evento vedrà la collaborazione del Comune di Cuneo con Coldiretti, Confartigianato, Confagricoltura, CIA, Slow Food e ATL del Cuneese

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium