/ Agricoltura

Agricoltura | 15 agosto 2021, 13:32

In Piemonte, aperto il bando PSR integrato Insediamento-Miglioramento

Lo Studio AGRIEURO illustra il bando recentemente approvato in Piemonte, con cui prende il via la possibilità di presentare domande di contributo per l’Insediamento di giovani in agricoltura ed il Miglioramento aziendale

In Piemonte, aperto il bando PSR integrato Insediamento-Miglioramento

Con recente Determinazione, in Piemonte ha preso il via il bando PSR cosiddetto “Programma integrato” o anche “Pacchetto giovani”.

Si tratta di una novità in termini di bandi, in quanto coniuga, in un’unica domanda di contributo, l’Insediamento di uno o più giovani ed il Miglioramento aziendale; proprio da questa caratteristica, deriva il nome di “Programma integrato” o “Pacchetto giovani”. In sostanza, si tratta di una domanda di contributo unica, costituita da una parte relativa all’Insediamento e da una parte relativa al Miglioramento.

L’azienda, quindi, presenta una domanda nella quale espone un piano di insediamento ed uno di miglioramento e può vedersi riconosciuto un contributo per ciascuno dei due piani.

Le risorse stanziate ammontano a 18 milioni di euro per la quota relativa all’Insediamento e ad oltre 27 milioni di euro per la quota relativa al Miglioramento.

Il contributo previsto per le domande ammesse è di 35.000 euro per l’Insediamento del singolo giovane, con una maggiorazione di 10.000 euro per la zona montana. In caso di insediamento congiunto di più giovani, la quota unitaria decresce leggermente. Inoltre, per il miglioramento aziendale, è previsto un contributo pari al 50% della spesa ammessa (40% per interventi relativi alla trasformazione ed alla commercializzazione), con un incremento di un ulteriore 10% per la zona montana.

Le domande devono essere presentate telematicamente entro il 20 dicembre 2021, corredate di una serie di allegati obbligatori.

Le domande verranno ordinate secondo un’apposita graduatoria, che terrà conto dei punti realizzati. Il punteggio minimo previsto è pari a 10.

Il bando riprende la filosofia e le logiche dei precedenti bandi di Insediamento e di Miglioramento, andando a fonderli insieme, naturalmente con alcune modifiche.

Visto il periodo complesso per i vari settori economici, colpiti duramente dalla crisi sanitaria, alla quale non si è sottratto neppure il comparto primario, questa appare una buona opportunità da valutare e da sfruttare al meglio.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium