/ Attualità

Attualità | 18 agosto 2021, 17:26

Come la pandemia ha cambiato gli spazi di gioco: anche Gambasca punta al parco giochi diffuso

Tra i primi della provincia, si divide in piazza San Rocco e piazza Gauthier

Come la pandemia ha cambiato gli spazi di gioco: anche Gambasca punta al parco giochi diffuso

Nasce dall'attenzione ai bisogni dei ragazzi e delle famiglie, l'impegno dell'amministrazione Comunale di Gambasca, dimostrato con l'adesione al progetto del Parco Giochi Diffuso®, che il Consigliere Ramona Goitre e l'amministrazione tutta hanno sposato e personalizzato per la città, finanziato dal Bando della Cassa di Risparmio di Saluzzo prende vita anche a Gambasca un parco giochi innovativo.

Da subito accolto con grande favore dall'amministrazione tutta, il progetto dell'azienda piemontese Wow Srl, anche denominato parco giochi orizzontale, creato dalla designer Sara Pieretti, responsabile creativa di Circowow e dall'esperto ludico Filippo Chiado' Puli e arricchito alla conoscenza del marketing territoriale di Luca Vincent Pecora è in fase di realizzazione.

Il progetto del Parco Giochi Diffuso ®, soluzione innovativa nata nel 2020, permette di garantire alle famiglie il diritto al gioco nel pieno rispetto delle normative sulla sicurezza anti-covid.

Il diritto al gioco in questo ultimo triste periodo è stato violato in tutti i suoi spazi, da tutti i limiti imposti a scuola e negli spazi pubblici, nasce per risolvere questo problema l'idea creativa del Circowow azienda che da oltre 10 anni si occupa di raccontare il mondo dei più grandi ai più piccoli e quello dei più piccoli ai più grandi creando eventi ed esperienze che contribuiscono alla felicità delle famiglie. Un parco giochi che nasce dal gioco tradizionale di strada, che non prevede installazioni ingombranti ma colorate linee che si fondono con l'ambiente urbano creando nuovi spazi di gioco non invasivi.

Le installazioni artistiche riqualificano gli spazi pubblici sono ideali per rendere giocabile il cortile di una scuola, una piazza, un cortile pubblico, una via o un viale alberato.

Il Parco Giochi Diffuso a Gambasca troverà spazio nella piazza San Rocco e in piazza Gauthier con due giochi di movimento e di gruppo davvero particolari che permettono di utilizzare questi due spazi con tutta la famiglia. Un vero e proprio percorso di gioco iniziato con queste installazioni renderà Gambasca ancora più attrattiva per le famiglie.

Tutte le postazioni gioco sono progettate per permettere ai bambini di giocare a 1 metro di distanza e senza avere contatto fisico nè con gli altri bimbi e nemmeno con superfici ad alto rischio, si gioca in piedi e con i piedi.

L'attesa e il turno di gioco sono guidati da una segnaletica dedicata e le istruzioni sono disponibili in un QR code installato a terra. Un parco ad altezza di bambino pensato per garantire il diritto al gioco dove il gioco può trasformarsi e dove le istruzioni diventano solo un consiglio lasciando spazio anche alla fantasia e alla creatività dei bambini. Il progetto del parco giochi non finisce con l'installazione fisica delle postazioni ma diventerà presto digitale con una rete turistica e un passaporto ludico per far vivere alla famiglia il turismo locale e il patrimonio culturale di prossimità.

La città di Gambasca, tra le prime nella provincia di Cuneo, ad aver aderito all'iniziativa vuole manifestare la presenza verso i più piccoli e raccontarsi come luogo ideale dove poter vivere e crescere in famiglia in un comune dove il cortile, la strada e il paese sono luoghi sicuri dove crescere i bambini all'interno di una comunità accogliente.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium