/ Attualità

Attualità | 18 agosto 2021, 09:40

Il 56,5% della popolazione dell'Asl Cn1 ha completato il ciclo vaccinale. Quattro ricoverati nei reparti Covid dell'ospedale di Cuneo

Le persone che hanno ricevuto la prima dose sono invece il 72,8%. Il primario di Malattie Infettive dottor Del Bono: "Se si dovrà, nessun problema a fare la terza dose, sono un medico e mi fido della scienza"

Il 56,5% della popolazione dell'Asl Cn1 ha completato il ciclo vaccinale. Quattro ricoverati nei reparti Covid dell'ospedale di Cuneo

Nel territorio dell'Asl Cn1, quindi tutta la provincia esclusi l'Albese e il Braidese, il 56,5% della popolazione - su un totale di 371.629 persone -, ha ricevuto due dosi di vaccino, completando il ciclo. Sale al 72,8% la percentuale di chi ha ricevuto una sola dose (dato aggiornato al 16 agosto).

Superano l'80% di copertura totale i soggetti delle fasce d'età 70-79 e 80-89. Si scende al 60,9% per chi ha tra i 60 e i 69 anni. I ragazzi tra i 16 e i 19 anni sono vaccinati al 21,9% con due dosi e al 65% con la prima.

In Piemonte continua senza sosta la campagna vaccinale. Nessuno stop, nemmeno a Ferragosto.

La variante Delta, con la sua alta contagiosità, rende quasi impossibile il raggiungimento di un'immunità di gregge. Una persona ne può contagiare altre 6. La RO del ceppo iniziale era tra 2 e 3. Questo significa che, in tre passaggi, la Delta può arrivare a contagiare 216 persone. Impossibile tenere a bada la catena di trasmissibilità. Così come pare impossibile, appunto, raggiungere un'immunità di gregge con la sola vaccinazione, perché significherebbe coprire oltre il 90% della popolazione. 

Da un lato, l'alta trasmissibilità, se contenuta nelle sue forme più gravi, può contribuire essa stessa all'immunità generale. L'obiettivo è quello di evitare i ricoveri e le ospedalizzazioni. E in questo, numeri e dati lo dicono, il vaccino funziona.

L'ultimo dato fornito dalla Regione Piemonte (aggiornato al 16 agosto) indica che di 11 ricoveri in terapia intensiva 9 riguardano pazienti non vaccinati. Altri due sono invece pazienti vaccinati ma con un quadro clinico serio per patologie pregresse. Stessa storia nei reparti ordinari: dei 127 pazienti in corsia, oltre il 70% di loro non ha ricevuto il vaccino. Inoltre, il 10% dei ricoverati attuali in terapia ordinaria rischia un aggravamento del proprio quadro clinico con passaggio in terapia intensiva: anche in questo caso si tratta di pazienti tutti non vaccinati.

Necessario accelerare e, soprattutto, convincere gli scettici o coloro che hanno paura. Da oggi in Piemonte verranno aperti diversi hub per le vaccinazioni senza prenotazione per tutte le categorie e le fasce d'età. Si parte con Fossano e Borgo San Dalmazzo, dal giorno 20 sarà possibile anche a Mondovì.

Da oggi vaccini senza prenotazioni anche ad Alba, Bra e Verduno.

Sul fronte ricoveri, nei reparti destinati ai pazienti Covid del Carle di Cuneo, ieri i posti letto occupati erano 4. "Sono tutti pazienti non vaccinati o con una sola dose - evidenzia il primario di Malattie Infettive dottor Valerio Del Bono. Con questa variante non raggiungeremo l'immunità di gregge, ma se raggiungiamo percentuali alte riusciremo comunque a contenere i contagi e le ospedalizzazioni".

Cosa succederà nei prossimi mesi? Difficile prevederlo, ammette Del Bono. E' probabile che si andrà verso la terza dose, come già sta accadendo in Israele e come presto accadrà nel Regno Unito. 

Del Bono è stato il primo sanitario dell'ospedale di Cuneo ad essere vaccinato. Era il 27 dicembre del 2020, il V Day. Il suo green pass è in scadenza, durando 9 mesi. "Nessuno sa di preciso quanto duri l'immunizzazione. Ecco perché credo che anche da noi si procederà con la terza dose. Per i soggetti fragili, ma credo anche per noi sanitari, tra i primi ad essere vaccinati e molto esposti. Io, per quanto mi riguarda, non ho alcun problema: sono un medico, mi fido della scienza e la farò!".

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium