/ Politica

Politica | 19 agosto 2021, 07:30

Dronero, quattro “sindaci” in corsa per il dopo Acchiardi

Quando manca ormai poco alla scadenza dei termini per la presentazione delle liste, si scaldano a bordo campo: Alessandro Agnese, Claudio Giordano, Oscar Virano e Mauro Astesano

Il municipio di Dronero

Il municipio di Dronero

Saranno probabilmente quattro i candidati a correre per la poltrona di Palazzo Allodi a Dronero.

Tanti sembrano essere, quando mancano 15 giorni alla scadenza dei termini per presentare le liste, coloro che ambiscono a sostituire Livio Acchiardi (sindaco dal 2011).

Acchiardi, che conclude tra pochi giorni il suo secondo mandato, ha già fatto sapere che lascerà il municipio (esclusa, dunque, una sua candidatura come semplice consigliere), rimanendo in stand by per continuare la sua avventura politica in Fratelli d’Italia, dove è risultato il primo escluso alle elezioni regionali del 2019.

Della lista dell’attuale maggioranza si ripresenta come candidato sindaco Alessandro Agnese, attuale vicesindaco e indimenticato capitano della Pro Dronero, che risulta intenda porsi alla testa di una squadra di giovani. 

Sul fronte opposto, scalda i muscoli per l’imminente campagna elettorale l’informatore farmaceutico Claudio Giordano, oggi consigliere comunale di minoranza e segretario del locale circolo Pd, già assessore nella giunta di Giovanni Biglione (2004-2009).

Giordano pare essere l’uomo di punta di una lista che rappresenta l’anima della sinistra dronerese. 

Due gli outsider che si vocifera siano ai nastri di partenza con l’ambizione di giocare un ruolo da protagonisti.

Oscar Virano, finanziere maestro di arti marziali e appassionato di arrampicata, per tre mandati sindaco di Montemale e attuale vicesindaco del piccolo paese, punta sulla cabala che, dal 2004, vede il sindaco di Dronero appannaggio di un “papa nero”, cioè un “non dronerese” (prima Biglione di  Villar San Costanzo, poi Raineri e Acchiardi di Roccabruna) . 

La novità più rilevante, almeno dal punto di vista politico, potrebbe essere rappresentata da una lista guidata da Mauro Astesano, l’unico dei quattro pretendenti che oggi non ricopre un incarico politico amministrativo, dronerese doc in pensione, ma con esperienza amministrativa come dirigente della Comunità Montana Valle Varaita e come direttore di strutture socio assistenziali.

È infatti sulla bocca di tutti che Astesano stia allestendo una formazione di area centro-sinistra, ma trasversalmente civica. 

Una partita quanto mai aperta, nella quale gli aspiranti sindaci vantano tutti buone chances.

Interessante vedere chi avrà filo per tessere la tela che determinerà il prossimo sindaco della città che Giolitti amava.

Una sfida decisiva non solo per Dronero, il centro col maggior numero di popolazione tra i 26 Comuni chiamati alle urne nel Cuneese il 3 e 4 ottobre,  ma per i futuri equilibri politico-amministrativi della valle Maira.

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium