/ Attualità

Attualità | 08 settembre 2021, 14:30

Alba, Giovanni Bressano premiato con la medaglia Staufer

Il riconoscimento dello Stato del Baden-Württemberg è arrivato per l’eccezionale impegno per la pace e l’amicizia in Europa, concretizzato nel gemellaggio tra la capitale delle Langhe e Böblingen

Alba, Giovanni Bressano premiato con la medaglia Staufer

Oggi, nella sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba, Giovanni Bressano ha ricevuto la medaglia Staufer dello Stato del Baden-Württemberg (uno dei sedici stati federati della Germania), per l’eccezionale impegno per la pace e l’amicizia in Europa, concretizzato nel gemellaggio tra Alba e Böblingen e nel lavoro svolto quale esponente della Famija Albèisa per l’organizzazione della “Kulinarische Genüsse aus Alba”, la manifestazione biennale atta a promuovere le eccellenze enogastronomiche di Langhe e Roero in Germania.

 

Il riconoscimento a Bressano, presidente per 35 anni della Famija Albèisa, è stato portato dall’ex sindaco di Böblingen Alexander Vogelgsang sulla sua bicicletta, su incarico del ministero della Giustizia e degli Affari europei tedesco.


Bressano avrebbe dovuto ritirare la medaglia il 19 ottobre 2020 a Stoccarda, in Germania, durante una cerimonia al Literaturhaus, ma l’evento è stato annullato per la pandemia. Considerata la situazione emergenziale ancora in corso e le difficoltà negli spostamenti tra Paesi, il ministero della Giustizia e degli Affari europei tedesco ha deciso di far arrivare ad Alba la medaglia, tramite Alexander Vogelgsang, sindaco di Böblingen per 24 anni e Medaglia d'Oro della città di Alba 2010 per aver sostenuto diverse iniziative di gemellaggio tra le due città.


Durante la cerimonia in sala Consiglio, la medaglia Staufer è stata consegnata alla presenza del sindaco di Alba, del presidente del Consiglio comunale anche vice presidente dell’associazione Famija Albèisa, del presidente della Regione Piemonte, del presidente della Famija Albèisa, accanto alla responsabile dei Gemellaggi della città di Böblingen: tutti hanno tributato a Bressano grande riconoscenza,riconoscendone la precisione, la meticolosità, il rigore storico.


Giovanni Bressano, dopo aver ricordato la moglie Pia Cavallo, ha voluto condividere la medaglia con le figlie Simonetta e Donatella e con i tanti amici della Famija Albèisa e del Comitato di gemellaggio, ringraziandoli per quanto hanno contribuito negli anni a intessere le ottime relazioni con Böblingen, ponendo le premesse per intensi scambi turistici tra le due città. "A questo mondo ci sono molte cose che tutti sanno che non si possono fare. Poi arriva qualcuno che non lo sa e, semplicemente, le fa": ha affermato Bressano. Così è stato, ad esempio, per il recupero della Chiesa di San Domenico, per la sede della Famija Albèisa, per l'organizzazione dell Kulinarische Genüsse.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium