/ Politica

Politica | 11 settembre 2021, 09:15

È a Casteldelfino la sfida più “calda” della Val Varaita: Amorisco sfida Anello

Il primo, sindaco per dieci anni proprio a Casteldelfino e primo cittadino di Sampeyre nell’ultimo lustro, si contende la fascia tricolore con il sindaco uscente del paese

Da sinistra, Amorisco e Anello

Da sinistra, Amorisco e Anello

La sfida elettorale che di certo si preannuncia più “calda”, in Valle Varaita, è sicuramente quella di Casteldelfino.

Qui, Alberto Anello, sindaco del paese dal 2016, giunto al termine della sua prima legislatura, se la dovrà vedere con Domenico Amorisco.

66 anni il primo, gioielliere con attività a Verzuolo. 79 il secondo, pensionato, storico segretario comunale in diversi Comuni della Granda.

Amorisco, nato a Bitonto, è stato sindaco per otto mandati: prima a Valmala, poi per quattro legislature a Brossasco, poi ancora primo cittadino per dieci anni proprio a Casteldelfino ed infine, in questo ultimo quinquennio, è stato eletto sindaco di Sampeyre.

Anello, nato a Mogadiscio, è stato consigliere comunale a Verzuolo per diverse legislature, dove ha ricoperto anche incarichi in Giunta, consigliere provinciale eletto con la Lega Nord, sotto la presidenza di Gianna Gancia, e poi, infine, sindaco di Casteldelfino dal 2016 ad oggi.

Con Amorisco si candidano alla carica di consigliere comunale dieci persone: Giovanni Chapel, Donatella Chiri, Giovanni Dalmazzo, Lucia Dao, Katia Giordanino, Giovanni Martin, Luca Moro, Paolo Pinese, Simone Giovanni Rocchietta e Luca Ruà.

Sempre dieci i candidati che sostengono Anello, in gran parte Amministratori comunali uscenti: Davide Allais, Olga Bernardi, Ernesto Dao, Giovanni Zedda, Federico Craveri, Pier Paolo Marzio, Giovanna Dalmazzo, Michela Beoletto, Diego Gastaldi e Emanuela Corti.

Non sarà più della partita Lorena Giachino, vicesindaco nella legislatura Anello, che aveva rassegnato le dimissioni a marzo del 2020.

Marzio, che oggi si candida a sostegno del sindaco uscente, alle Comunali del 2016 era a capo della lista “avversaria” ad Anello. Termine non del tutto corretto, dal momento che la compagine era risultata, in qualche modo concordata con Anello per evitare il rischio di non raggiungere il quorum del 50%.

Oggi, la corsa a due al Municipio tra Anello e Amorisco sta scaldando il dibattito pubblico, specie quello sulle pagine e sui gruppi social, dove non mancano toni aspri e dove il clima, in più occasioni, registra attimi di “surriscaldamento”.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium