/ Eventi

Eventi | 14 settembre 2021, 17:00

Da Farigliano a Verona per il Festival Internazionale dei giochi di strada

In programma dal 17 al 19 settembre, vedrà la partecipazione dell'associazione Birilli

Da Farigliano a Verona per il Festival Internazionale dei giochi di strada

L’Associazione Birilli di Farigliano parteciperà alla XIX edizione di Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada, organizzato da Associazione Giochi Antichi in collaborazione con il Comune di Verona, che si terrà a Verona dal 17 al 19 settembre 2021, con il Gioco delle Bijè.

Il gioco dei birilli è collegato ad antichissimi riti di fertilità e di possesso di quei terreni al confine oggi con il sito UNESCO delle Langhe-Roero e Monferrato: è un’attività esclusivamente femminile e si svolge nelle piazze del territorio di Farigliano attraversato dal fiume Tanaro, secondo solo al Po per lunghezza in Piemonte.

Si gioca con nove bije in legno di olmo, di cui otto alte 80 cm e una 90 cm, e una boccia, la ribata, del diametro di 15 cm. Sono un’ottantina le giocatrici, tra i 15 e i 99 anni, che disputano la partita più importante durante la Festa del Bun Vin a fine agosto.

Al Tocatì, oltre il Gioco delle Bijè, anche, Trucco da Terra, Petanca e il Gioco delle Noci (Liguria), Scalillo (Campania), Mitule (Lazio), Piastre e Sburla la Roda (Lombardia), Trampoli (Marche), Morra (presentata da due comunità di gioco, una veneta e una della Basilicata), Tiro del Burcio, S-cianco, Tamburello e Zugo de l’ovo (Veneto).

L’edizione 2021, seguendo il format di festival diffuso inaugurato nel 2020, si svolgerà nel centro storico di Verona, dove saranno presenti le comunità di gioco tradizionale italiane. Invece, in collegamento streaming dai loro territori d’origine e visibile sul sito web e sulle pagine social della manifestazione, gli ospiti d’onore Belgio, Cipro, Crozia e Francia presenteranno le loro pratiche tradizionali legate all’acqua, tema conduttore di questa edizione del Festival.

Da sempre, infatti, la presenza di questo elemento, per sua natura in grado di favorire gli scambi commerciali e culturali, ha agevolato anche la diffusione e la conoscenza dei giochi tradizionali in tutta Europa.

Non mancheranno come nelle passate edizioni momenti di riflessione con incontri, proiezioni e presentazioni di libri, in cui registi, pedagogisti, scrittori e personalità dello spettacolo racconteranno il tema dell’acqua e del gioco in varie sfaccettature.

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium