/ Eventi

Eventi | 17 settembre 2021, 12:57

Bra, taglio del nastro per Cheese che fa “13” e sarà a prova di Covid

Il ministro Dadone ha inaugurato un’edizione che mette gli animali al centro, in programma fino al 20 settembre

I momenti dell'inaugurazione - Foto di Gianni Milanesio

I momenti dell'inaugurazione - Foto di Gianni Milanesio

Finalmente si è alzato il sipario su Cheese, il più grande evento internazionale dedicato ai formaggi a latte crudo e alle forme del latte. Grande partecipazione ed ospiti nella mattinata di venerdì 17 settembre, primo giorno dell’evento promosso dal Comune di Bra e Slow Food con il sostegno della Regione Piemonte.       

Il taglio del nastro è stato a cura di Fabiana Dadone, ministro delle politiche giovanili, alla presenza degli assessori regionali Luigi Genesio Icardi e Marco Protopapa, del sindaco di Bra, Gianni Fogliato ed i vertici di Slow Food guidati da Carlo Petrini. Tanti ospiti nella platea formata in piazza Caduti per la Libertà, tra senatori e onorevoli del territorio, esponenti delle Forze dell’ordine e delegazioni di associazioni di categorie interessate dall’importante evento.

Diciamo pure che in tempo di pandemia qualsiasi iniziativa volta a risollevare il sollevabile è ben accetta. “Oggi Bra, con Cheese, è diventata il punto di riferimento per il formaggio di qualità a livello mondiale, il ritrovo irrinunciabile per i migliori affinatori, per i più importanti buyer, l’evento da non perdere per chi lavora ai più alti livelli in questo settore o per chi ama enogastronomia e sostenibilità”, ha detto il primo cittadino di Bra, Gianni Fogliato.

Come ogni biennio, anche questa 13ª edizione ruota attorno ad un tema specifico che nel caso del 2021 è ‘Considera gli animali’. Un claim mai così pregno di significato, come ha spiegato Serena Milano, segretario generale della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus: “Senza animali non avremmo latte e formaggi. E non esisterebbe neppure Cheese! Proprio per questa ragione abbiamo deciso di mettere gli animali al centro del nostro programma, affinché anche il pubblico prenda consapevolezza dell’urgenza di rivedere il nostro rapporto con la natura e con il mondo animale”.

Quindi, non prendete impegni fino al 20 settembre. “Parteciperanno produttori e affinatori italiani e internazionali, provenienti da Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera - ha spiegato Alessandra Turco, responsabile eventi di Slow Food -. I formaggi saranno assoluti protagonisti, ma non mancheranno mieli, confetture, mostarde e una selezione di Presìdi Slow Food di salumi senza nitriti e nitrati, già presente nell’edizione 2019. E poi i consueti Appuntamenti a Tavola, in programma all’Agenzia di Pollenzo e gli imperdibili Laboratori del Gusto, che quest’anno metteranno in ancor più stretta relazione produttori e cuochi, per dimostrare che da prodotti fatti come si deve possono nascere piatti straordinari. Infine non dimentichiamo i momenti di riflessione sul tema dell’edizione 2021: le conferenze che si svolgeranno ancora online, in parte, e di nuovo, fortunatamente dal vivo, presso la Casa della Biodiversità”.

Forte di un’internazionalità crescente che punta a far rete tra produttori e consumatori, Cheese 2021 promette di essere un viaggio straordinario nel mondo dell’arte casearia, in tutte le sue forme, attraverso un percorso studiato per sedurre tutti i sensi e per scoprire tanti tipi di formaggi e affinità naturali per la prima volta insieme.

Il fascino di una città votata all’accoglienza aggiunge sapore alle degustazioni, interesse alle informazioni storiche ed emozione alle esposizioni, in quattro giorni tutti da gustare.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium