/ Curiosità

Curiosità | 20 settembre 2021, 10:52

"Sono bravo": il nuovo singolo di Frio mixato e masterizzato a Niella Tanaro presso il Groove Eater Studio

L’artista italo-brasiliano, dopo il successo travolgente della sua “Wow”, capace di valicare il muro dei 50mila stream su Spotify in un lasso temporale di appena sessanta giorni, è pronto a regalare al suo pubblico un altro brano, dal titolo affatto autocelebrativo

"Sono bravo": il nuovo singolo di Frio mixato e masterizzato a Niella Tanaro presso il Groove Eater Studio


Dopo il successo di “Wow”, capace di ottenere oltre 50mila stream su Spotify, e la conquista delle semifinali di “Deejay on Stage” a Riccione, l’artista italo-brasiliano è pronto a sorprendere ancora: “È un brano internazionale, vi stupirà” “Sono bravo” è il nuovo singolo di FRIO, all’anagrafe Yuri Vidal.

L’artista italo-brasiliano, dopo il successo travolgente della sua “Wow”, capace di valicare il muro dei 50mila stream su Spotify in un lasso temporale di appena sessanta giorni, è pronto a regalare al suo pubblico un altro brano, dal titolo affatto autocelebrativo. Sì, perché quello che potrebbe essere erroneamente scambiato per eccesso di sicurezza, è in realtà quanto di più lontano possa esserci dalla spavalderia: FRIO, d’altro canto, è consapevole del suo talento, ma riserva sempre un posto in prima fila all’umiltà, qualità che permea la sua sfera caratteriale. Ecco allora che “Sono bravo”, in uscita venerdì 24 settembre 2021 su tutte le piattaforme digitali e distribuito da Reload Music, etichetta sotto l’egida di Sony Italia, si candida a offrire una versione artisticamente inedita del cantante. La canzone, che può fregiarsi
della finalizzazione, nelle fasi di mixing e di mastering, eseguita presso il Groove Eater Studio di Niella Tanaro (Cuneo) dal dj e produttore Gabriele Giudici, reduce dai milioni di stream conseguiti
con “Pump it up” e “Poker face”, propone un testo interamente in lingua italiana e indossa una veste dalle sfumature retrò, lasciando la porta aperta a contaminazioni diverse. Senza rinnegare il proprio retroterra musicale e culturale, FRIO si cimenta in un esercizio di romanticismo che, peraltro, rispecchia in pieno la sua personalità. “Sono bravo”, pur essendo incentrato su un sentimento sbarazzino, racconta la bellezza di riscoprire la magia dell’amore, quell’alchimia speciale che si veniva a creare tra due innamorati al loro primo incontro, naturalmente prima che irrompessero i social media, infallibili anticipatori dei profili altrui. Questo brano narra dunque la poesia esistente nel fare le cose alla vecchia maniera e propone un viaggio alla riscoperta dell’arte del corteggiamento in tutte le sue sfaccettature, incluse quelle più ardite.

“Sono bravo può stupire tantissimo - confessa FRIO -. Chi mi conosce non si aspetta un singolo del genere. Sarà una canzone internazionale, in quanto ‘bravo’ è un vocabolo universale, che si ritrova in un ampio novero di idiomi. Questo pezzo può funzionare e unire, sotto il comun denominatore della musica.

A Riccione ho avuto la conferma che cercavo, ricevendo l’apprezzamento del pubblico, che mi ha manifestato un affetto tanto travolgente, quanto del tutto inaspettato”. Urge un passo indietro: in landa romagnola il giovane artista è approdato quest’estate nell’ambito del contest “Deejay on Stage”, promosso da Radio Deejay, che lo ha visto imporsi nella propria batteria con “Wow” e arrivare sino alle semifinali della kermesse, esibendosi di fronte a 5mila persone e a professionisti del settore del calibro di Rudy Zerbi, che si è complimentato personalmente con lui al termine della manifestazione, dicendosi colpito dalle sue performance. Inoltre, nel backstage sono arrivati i feedback positivi del vincitore del Festival di Sanremo 2019, Mahmood, ma anche di Noemi, Carl Brave e Franchino.

FRIO, però, non si abbandona a voli pindarici: “Continuerò a lavorare a testa bassa e con grande professionalità, consapevole di dover apprendere ogni giorno qualcosa di nuovo e di poter ancora crescere tanto. Nei prossimi mesi non mancheranno novità...”. La base da cui partire, o meglio, proseguire, tuttavia c’è già ed è ottima. Frio è davvero “bravo”. In tutti i sensi.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium