/ Attualità

Attualità | 21 settembre 2021, 11:55

Cristina Clerico: "Lo sport unisce, non separa. Le anime del calcio devono lavorare in sinergia"

L'assessore, ieri sera (20 settembre), ha risposto all'interpellanza del consigliere Massimo Garnero: al centro l'utilizzo "esclusivo" (che esclusivo non sarebbe) della struttura sportiva del Parco della Gioventù

Cristina Clerico

Cristina Clerico

Lo sport è strumento di unità, di parità, sarebbe una stortura riservare a un’unica realtà un’intera struttura sportiva comunale. E, infatti, così non accade”.

Si potrebbe riassumere così la risposta che l’assessore di Cuneo Cristina Clerico ha dato – nella serata di ieri (lunedì 20 settembre) – al consigliere Massimo Garnero nella trattazione della sua interpellanza relativa all’utilizzo dell’impianto sportivo del Parco della Gioventù, a suo dire appannaggio quasi totale della compagine femminile delle giovanili del Cuneo Calcio.

Secondo Garnero anche le giovanili dell’AC Cuneo 1905 Olmo dovrebbero poterlo usufruire con la stessa sicurezza dell’impianto, specie perché il calcio femminile potrà e può vantare meno tesserati di quella maschile.

Il gestore della struttura del Parco della Gioventù è utilizzatore prioritario, perché svolge un servizio per l’ente pubblico, non esclusivo – ha specificato Clerico - . La riserva, infatti, non è in favore di una società ben precisa, ma piuttosto dell’attività di calcio femminile in generale”.

La struttura è stata utilizzata dal Cuneo Calcio sino al fallimento ma già al tempo si conviveva con il calcio femminile, con gli stessi termini attuali. L’attività del calcio femminile si era persa in città e abbiamo voluto tornare a darle spazio. La lettura data dall’altra parte del mondo calcistico cuneese è comprensibile ma non la condivido: serve lavorare in sinergia, tutti, e trovare un buon modo per dialogare”.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium