/ Cuneo e valli

Cuneo e valli | 23 settembre 2021, 16:52

Strappò a morsi il lobo dell’orecchio al compagno di cella dopo una lite: condannato a 6anni e mezzo di carcere

È successo nel dicembre 2017 nella sala ricreativa della casa circondariale di Cerialdo

Strappò a morsi il lobo dell’orecchio al compagno di cella dopo una lite: condannato a 6anni e mezzo di carcere

Un’aggressione crudele e violenta quella subita da un detenuto di appena vent’anni da parte di M.R., suo compagno di cella, classe ’82 di origini georgiane. I fatti nel 2017 al carcere di Cerialdo.

Attualmente a piede libero, M.R. è stato chiamato a rispondere davanti al tribunale di Cuneo del reato di lesioni aggravato perché considerate gravissime. A seguito di una litigata, alla cui base vi fu l’uso di una bomboletta del gas in cella, l’imputato prima ha afferrato per il collo il giovane e poi gli ha strappato parte dell’orecchio a morsi. 

La Procura ha chiesto la condanna.

“Il danno è stato permanente- ha commentato il legale diparte civile Mansueta Mureddu nell'arringa - parliamo di uno sfregio e la perdita dell’intero padiglione auricolare. L’intervento chirurgico ha avuto numerose complicanze. Il risarcimento del danno è quantificabile in almeno 50mila euro.”

Al rientro della camera di consiglio il giudice Giovanni Mocci ha condannato M.R. a 6 anni e mezzo di reclusione oltre al pagamento di una provvisionale di 10mila euro.

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium