/ Cronaca

Cronaca | 25 settembre 2021, 17:00

La famiglia Afghana ricongiunta a Carrù è fuggita la scorsa notte

Dopo il ricongiungimento con il figlio 16enne arrivato dalla Germania, la famiglia ha abbandonato l'alloggio dove era ospitata senza avvisare gli operatori della cooperativa che gestisce l'accoglienza

Il CAS di Carrù

Il CAS di Carrù

Era arrivato pochi giorni fa a Carrù per ritrovare la famiglia, il ragazzo afghano di 16 anni che era scappato da un centro di accoglienza di Francoforte e aveva raggiunto l'Italia in treno.

Il ragazzo, da alcuni anni in Germania come "minore non accompagnato", da diverso tempo non vedeva la famiglia, arrivata in Italia il 24 agosto scorso a bordo di appositi voli charter dell’Aeronautica Militare Italiana provenienti da Kabul.

Una volta arrivato in Italia aveva potuto ricongiungersi alla familiari, originari di Herat, grazie agli immediati accertamenti svolti dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Cuneo in stretta sinergia con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, che avevano verificato le identità dell’intero nucleo familiare in meno di 24 ore.  

Sembrava l'ultima pagina di una storia lieto fine, ma la famiglia ha deciso di lasciare Carrù e l'appartamento che era stato messo loro a disposizione dalla cooperativa "Alpi del mare" che gestisce l'accoglienza.

"Ieri mattina (venerdì 24 settembre) nell'alloggio non c'era più nessuno." - spiega Andrea Chiesa della Cooperativa "Alpi del Mare" - "Difficile immaginare quali siano i motivi che li hanno spinti ad andarsene senza avvisare. Molto probabilmente avevano contatti con altre persone o parenti in Italia o in Europa". 

Una storia complicata anche perché la famiglia, composta da tre minorenni e i due genitori, era ancora in attesa attesa dello status di protezione internazionale. A Carrù sono ospitate altre due famiglie fuggite dall'Afghanistan

 

 

 

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium